Chi indossa gli occhiali (spesso) è più intelligente

Stereotipi confermati

Chi indossa gli occhiali (spesso) è più intelligente

Esiste un’associazione tra abilità cognitive superiori e difetti della vista
redazione

nerd.jpg

Le persone con performance migliori nei test di intelligenza hanno il 30 per cento di probabilità in più di avere bisogno delle lenti per vedere meglio. Lo dimostra uno studio su Nature Communications. Ma non è chiara la ragione di questa associazione

Lo stereotipo li dipinge così: intuitivi, veloci nell’apprendimento, con una buona memoria, una elevata capacità di comprensione e un paio di occhiali. E la scienza gli dà ragione: le persone intelligenti hanno maggiori probabilità di avere difetti della vista. 

L’associazione tra Qi e occhiali è emersa in uno studio appena pubblicato su Nature Communications  basato sui dati genetici di più di 300 mila persone tra i 16 e i 102 anni archiviati nei database Charge, Cogent e nella Uk Biobank. 

I ricercatori dell’Università di Edimburgo in Scozia sono partiti alla ricerca delle 90 regioni genomiche che studi precedenti avevano associato a livelli cognitivi superiori. Ne hanno poi individuate altre 58 con le stesse caratteristiche. Questi dati hanno permesso agli scienziati di estrarre dai database le persone dotate di intelligenza superiore e di verificare se emergessero associazioni con altri fattori come la longevità, l’ipertensione e i problemi di vista. 

Ebbene, le persone con capacità cognitive superiori alla media hanno il 28 per cento di probabilità in più di avere bisogno degli occhiali. È stato notato, inoltre, che un quoziente di intelligenza superiore è legato ad altri aspetti della salute, tutti positivi, come tempi di reazione più rapidi, maggiore longevità e minori rischi di ipertensione che si traducono in una migliore salute cardiovascolare.

Il motivo per cui le persone con migliori performance nei test di intelligenza abbiano maggiori probabilità di indossare gli occhiali non è chiaro. 

Il senso comune avanzerebbe la seguente ipotesi: i geniali “capoccioni” passano ore sui libri consumando la vista leggendo. Ma le prove scientifiche in suo sostegno mancano e bisognerà cercare il nesso altrove. 

I ricercatori ammettono di conoscere bene i limiti del loro studio, non abbastanza ampio per dimostrare in modo definitivo che una vista scadente e un’intelligenza superiore siano due fenomeni direttamente collegati, ovvero che ci sia un nesso di causa ed effetto tra loro. 

In attesa di ulteriori ricerche che chiariscano il rapporto tra abilità cognitive e difetti della vista, indossare gli occhiali, che servano o meno, lascia pensare di essere più intelligenti.  

Innumerevoli studi hanno notato che le persone che indossano gli occhiali vengono percepite più sveglie, più serie, più affidabili. 

Ecco perché l’avvocato americano Harvey Slovis, come ha dichiarato al New York Magazine, consiglia ai suoi clienti di indossare sempre un paio di occhiali di fronte alla giuria in tribunale: «Gli occhiali ammorbidiscono l’apparenza e così gli imputati non sembrano capaci di commettere crimini. Ho seguito casi in cui c’erano moltissime prove contro, ma il mio cliente indossava gli occhiali ed è stato assolto. Gli occhiali creano una sorta di tacita difesa da nerd».