Non è vero che gli anziani hanno bisogno di più proteine

L’errore

Non è vero che gli anziani hanno bisogno di più proteine

Aumentare le dosi non migliora la massa muscolare e il benessere generale
redazione

elderly man.jpg

La dose giornaliera raccomandata è per tutti la stessa, indipendentemente dall’età. Un’alimentazione più proteica non aumenta la massa muscolare e non migliora le performance fisiche nelle persone anziane secondo un trial clinico su Jama Internal Medicine

Il consiglio è lo stesso per tutti: maschi, femmine, giovani o anziani dovrebbero consumare 0,8 grammi di proteine per ogni chilo di peso corporeo al giorno. Questa è la dose giornaliera raccomandata (recommended dietary allowance, Rda) stabilita da numerosi autorità sanitarie nel mondo. E la diffusa convinzione che per gli uomini dai 65 anni in su siano necessarie quantità maggiori non ha un solido fondamento scientifico. 

Lo ha dimostrato un trial clinico condotto dai ricercatori del  Brigham and Women's Hospital di Boston, i cui risultati sono stati pubblicati su Jama Internal Medicine. «È incredibile quante poche prove scientifiche ci siano sulla quantità di proteine di cui abbiamo bisogno nella nostra dieta», ha dichiarato Shalender Basin, direttore del Research Program in Men's Health in the Division of Aging and Metabolism del Brigham and Women's Hospital e tra gli autori dello studio. «E nonostante la mancanza di prove, gli esperti continuano a raccomandare un consumo più elevato di proteine negli uomini anziani. Abbiamo voluto condurre uno studio rigoroso e verificare se un apporto quotidiano maggiore di proteine portasse a benefici aumentando la massa muscolare, la forza e il  benessere». 

Spesso agli uomini anziani con limitate funzioni fisiche viene suggerito di aumentare il consumo di proteine fino a 1,3 grammi per ogni chilo di peso corporeo per aumentare la massa magra, migliorare le performance muscolari e combattere la stanchezza. In molti credono che un maggiore apporto proteico in età avanzata possa amplificare gli effetti dei farmaci anabolizzanti muscolari. 

Ma il nuovo studio americano smentisce questa convinzione. «L’apporto proteico superiore alla Rda - scrivono i ricercatori nelle conclusioni - non aumenta la massa magra, la performance muscolare, la funzionalità fisica o il benessere generale. Né incrementa la risposta al testosterone negli uomini anziani con limitate funzioni fisiche il cui consumo di proteine rientrava nella Rda. La dose giornaliera raccomandata per le proteine è sufficiente a mantenere la massa magra».

Gli scienziati hanno condotto un trial clinico randomizzato in doppio cieco con placebo della durata di 6 mesi. Un gruppo di uomini di più di 65 anni ha seguito una dieta basata sulle raccomandazioni internazionali, consumando 0,8 grammi di proteine per ogni chilo di peso corporeo al giorno in aggiunta a una iniezione di placebo. Il gruppo sperimentale ha invece assunto 1,3 grammi di proteine per chilo di peso corporeo al giorno ricevendo una iniezione settimanale di testosterone. 

I ricercatori hanno constatato che un consumo di proteine superiore all’Rda non aveva alcun effetto significativo sulla massa magra, sulla spossatezza o sul benessere generale. 

«I nostri dati - concludono gli autori - sottolineano la necessità di rivalutare la dose raccomandata di proteine negli anziani, specialmente in quelli fragili e con malattie croniche».