Vivi in un quartiere rumoroso? Ci guadagni in salute

Il paradosso

Vivi in un quartiere rumoroso? Ci guadagni in salute

Sorpresa: l’inquinamento acustico di New York fa bene alla salute. Il paradosso si può spiegare così: i quartieri più rumorosi sono quelli più accessibili a piedi. E sono anche quelli più alla moda. Così scatta l’effetto specchio e ci si mantiene in forma per non sfigurare con i concittadini
redazione

È la città che non dorme mai. Che si mantiene sveglia a colpi di clacson, di chiacchierate nelle strade affollate, tanto di giorno quanto di notte, della musica a tutto volume che fuoriesce dai locali e di mille altre incessanti chiassose attività. New York è il luogo ideale per testare l’impatto del rumore della città sulla salute dei suoi abitanti. E i ricercatori del NYU Langone Medical Center che hanno deciso di farlo si sono trovati tra le mani alcuni dati inaspettati. I quartieri più rumorosi, sorprendentemente, hanno un impatto positivo sul peso corporeo e la pressione sanguigna degli abitanti. La ricerca, pubblicata sul Journal of Community Health, ha raccolto informazioni mediche su 102 uomini e donne che passano le loro giornate sempre con la stessa assordante musica di sottofondo: traffico, allarmi, sirene, grida. Tutti i partecipanti facevano parte dello studio NYC Low-Income Housing, Neighborhoods and Health Study, un monitoraggio della salute delle persone con basso reddito che risiedono nella case popolari dai prezzi accessibili. 

Gli scienziati hanno misurato il livello di rumore del quartiere basandosi sulle denunce di cittadini esasperati dal frastuono proveniente dalle strade nel 2014. Ed ecco la sorpresa: le persone che vivono entro un raggio di cinque isolati da una zona urbana che ha accumulato migliaia di denunce ha un indice di massa corporea di  2,72 punti inferiore a chi vive in punti della città più silenziosi. Lo stesso vale per la pressione arteriosa. I cittadini afflitti dall’inquinamento acustico sono in realtà i più sani: la loro pressione sistolica è più bassa di 5,34 punti rispetto a chi vive nella calma. I partecipanti allo studio sono stati monitorati per una settimana tramite dispositivi  Gps per conoscere i luoghi frequentati durante il tempo libero e per raccogliere i valori della pressione e del peso. 

Da Manhattan, a Times Square, dai quartieri di Midtown al Queens, i rumori di New York sembrano essere un toccasana. Come è possibile? Kosuke Tamura,del NYU Langone, e i colleghi hanno azzardato una serie di spiegazioni, ma il paradossale nesso tra rumore e benessere fisico è ancora in gran parte avvolto nel mistero. «Per essere chiari  - avverte Dustin Duncan, epidemiologo e autore principale dello studio - non stiamo dicendo che il rumore urbano sia la causa di una salute migliore, e molte altre ricerche sono necessarie per spiegare la relazione che abbiamo trovato tra questo tipo di disturbo e il benessere fisico». Innanzitutto, ipotizzano i ricercatori, i quartieri dai decibel più alti sono quelli più facilmente percorribili a piedi e quindi gli abitanti sono particolarmente invogliati a muoversi. Ma potrebbe esserci dell’altro: stiamo parlando delle zone più alla moda della metropoli dove si è spinti a fare di tutto per non sfigurare con chi le frequenta, generalmente persone attente alla forma fisica. Così l’effetto “specchio” mantiene in salute i cittadini della Grande Mela. 

 

Per ricevere gratuitamente notizie su questo argomento inserisci il tuo indirizzo email nel box e iscriviti: