Accordo Merck-Debiopharm per lo sviluppo di xevinapant nel trattamento dei tumori di testa e collo

Aziende

Accordo Merck-Debiopharm per lo sviluppo di xevinapant nel trattamento dei tumori di testa e collo

di redazione

Merck ha annunciato un accordo globale di licenza con Debiopharm per lo sviluppo e la commercializzazione di xevinapant, antagonista orale dell’inibitore delle proteine dell’apoptosi, unica terapia della sua categoria a aver raggiunto uno stato avanzato di sviluppo clinico, con la possibilità di diventare un trattamento first in class.

Attualmente xevinapant è oggetto di ricerca nello studio di fase III TrilynX per il carcinoma a cellule squamose della testa e del collo localmente avanzato (LA SCCHN, locally advanced squamous cell carcinoma of the head and neck) ad alto rischio non precedentemente trattato, in associazione alla chemioterapia a base di platino e alla radioterapia a frazionamento standard con modulazione dell'intensità.

Xevinapant «completa la nostra pipeline nel settore dell’healthcare, che sarà nei prossimi anni uno dei principali driver di crescita di Merck» spiega Stefan Oschmann, presidente dell’Executive Board e Ceo di Merck.

In base all’accordo, Merck acquisisce i diritti esclusivi per lo sviluppo e la commercializzazione di xevinapant in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti, e co-finanzierà con Debiopharm TrilynX, lo studio registrativo di Fase III attualmente in corso su 700 pazienti.

L'accordo comprende anche i diritti di sviluppo relativi ai derivati pre-clinici di xevinapant sia in termini di associazione che di singole molecole. La chiusura della transazione è prevista per l’inizio del secondo trimestre di quest'anno.