Arriva Blindpad: il tablet per non vedenti

Tecnologia

Arriva Blindpad: il tablet per non vedenti

di redazione

Ancora è soltanto un progetto. Ma se si concretizzasse cambierebbe la vita di migliaia di persone. 

Il suo nome è Blindpad ed è un progetto europeo coordinato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) che ha come scopo la realizzazione di dispositivi per ipovedenti e non vedenti che stimolano il senso del tatto, permettendo di migliorare la fruizione di informazioni grafiche.

In sostanza di “vedere con il tatto”. Blindpad nel concreto mira a introdurre nuove superfici touchable nei dispositivi digitali mobili, in grado di trasmettere contenuti grafici semplici attraverso sensazioni tattili. Il nuovo strumento sarà concepito in tutti gli aspetti chiave necessari alla realizzazione di un oggetto pratico e trasferibile nella vita delle persone disabili: nuovi materiali, un disegno che risponda alle esigenze degli utenti, efficienza energetica e costi contenuti.

«Blindpad coinvolge competenze scientifiche differenti e istituti che hanno come obiettivo della delle loro attività il miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità», afferma Luca Brayda, ricercatore all’Istituto Italiano di Tecnologia e coordinatore del progetto. «Il nostro obiettivo è sviluppare una nuova classe di dispositivi digitali che stimolino il senso de tatto,   progettati per favorire l'inclusione sociale attraverso un uso mirato ed efficace delle sensorialità residue. Possiamo sfruttare tutti gli aspetti positivi che l'interazione tra uomo e macchina porta per lo sviluppo della conoscenza, e applicarlo al potenziamento delle tecnologie applicate all’istruzione».