Le associazioni: la psico-oncologia è parte della cura per i malati di cancro

Favo

Le associazioni: la psico-oncologia è parte della cura per i malati di cancro

di redazione

I malati di cancro hanno bisogno di un sostegno psicologico qualificato e specialistico per poter affrontare la malattia e tornare alla vita dopo il tumore ed è stato scientificamente dimostrato che il sostegno psicologico migliora l’efficacia dei trattamenti antitumorali e la qualità della vita messa a dura prova dal cancro.

La Favo (Federazione italiana delle associazioni di volontariato in oncologia) replica così, con qualche ritardo a onor del vero, alle affermazioni dello psichiatra Raffaele Morelli che in una trasmissione televisiva dello scorso 14 gennaio avrebbe negato l'utilità di un sostegno psicologico specializzato per i malati oncologici

In un comunicato, la Favo sostiene che «solo chi non conosce cosa significa vivere con un tumore può pensare che il sostegno psicologico possa essere (sia) di competenza di un professionista sanitario diverso dal psiconcologo. Affermare che il supporto psicologico ai malati di cancro possa avvenire (avvenga) per il tramite degli oncologi medici è di una gravità inaccettabile, soprattutto se divulgata in occasione di una trasmissione televisiva ampiamente seguita dal pubblico».

Favo ricorda, tra l'altro, di aver ottenuto, grazie all’azione congiunta con la Società italiana di psico-oncologia (Sipo), l’inserimento nel Piano oncologico nazionale 2010-2012 della psiconcologia come componente necessaria delle cure oncologiche. «Questo riconoscimento – sottolinea - è alla base dell’inclusione dell’area clinica psiconcologica nei percorsi diagnostico-assistenziali che le Aziende sanitarie e ospedaliere hanno attivato e stanno attivando in Italia».

Anche la scelta di raccogliere fondi, in occasione della I e della VII Giornata nazionale del malato oncologico, impegnati nell’istituzione di borse di studio per giovani psiconcologi «è un’ulteriore dimostrazione del fatto che le associazioni dei pazienti ritengono di vitale importanza il supporto psicologico dopo una diagnosi di cancro».

Il direttivo Favo, infine, «esprime il forte auspicio che venga fatta chiarezza e riportata la corretta informazione sul valore dell’assistenza psicologica specialistica in tutto il percorso di cura contro il cancro».