Consumerismo e Sima. Scorie nucleari: garantire salute dei cittadini e tutela dell’ambiente

Collaborazioni

Consumerismo e Sima. Scorie nucleari: garantire salute dei cittadini e tutela dell’ambiente

di redazione

Operare insieme per la difesa dell'ambiente e tracciare politiche comuni in favore della collettività: è questo lo scopo principale della collaborazione siglata tra l’associazione dei consumatori indipendente Consumerismo No nrofit e la Società italiana di medicina ambientale (Sima).

«Alcune vicende italiane, dal caso Ilva allo scandalo della Terra dei fuochi, passando per l’annosa questione dell’inquinamento di alcune città, dimostrano come nel nostro Paese ambiente e salute viaggino di pari passo – osserva il presidente di Consumerismo, Luigi Gabriele – ma quasi sempre i cittadini vengono tenuti fuori dalle decisioni sul tema e subiscono le scelte della politica o, peggio, quelle della criminalità. Alleandoci con Sima vogliamo lavorare con scienziati, medici ed esperti per garantire ancora di più i diritti dei consumatori su temi ambientali e sanitari».

«“Se guariamo la Terra, guariamo noi stessi”. È su queste parole di David Orr che si è mosso il lavoro della nostra Società – sottolinea Alessandro Miani, presidente Sima - perché salute e ambiente sono strettamente collegati e non è possibile occuparsi di uno senza includere l'altro. Soprattutto negli ultimi anni in cui cambiamenti climatici e determinanti ambientali e sociali della salute stanno mostrando tutti i loro devastanti effetti».

Consumerismo e Sima preannunciano che inizieranno a lavorare da subito sulla questione della realizzazione del deposito nazionale e polo tecnologico sulle scorie radioattive affinché sia garantita la salute dei residenti e si eviti la distruzione dell’ambiente e del territorio».