Una corsa virtuale per un impegno reale al fianco delle persone con Hiv

Aids Running in Music

Una corsa virtuale per un impegno reale al fianco delle persone con Hiv

di redazione

C’è chi sceglierà di correre sulla spiaggia, chi magari cercherà di farlo con il cane sui sentieri di montagna e chi ancora si allenerà lungo le strade di città. L’importante sarà correre.

Nel week end di sabato 19 e domenica 20 settembre, muoversi, da soli o in compagnia e alla velocità che si vuole, sarà infatti un segno per far conoscere il proprio impegno contro l'Hiv, il virus responsabile dell'Aids, in qualsiasi parte d’Italia. L’occasione è l’edizione “virtuale” dell’Aids Running In Music, una corsa non competitiva che porterà il messaggio a favore del benessere psicofisico e sociale delle persone sieropositive.

L’iniziativa punta a sostenere le attività di ricerca di Anlaids Italia e vede tra i sostenitori ViiV Healthcare, con un impegno a fianco dell’organizzazione e soprattutto con la presenza su strade, sentieri e piste, dei propri collaboratori che si sono iscritti alla manifestazione.

«Tutto ciò che noi facciamo, ogni giorno, nasce dai bisogni non soddisfatti delle persone con Hiv. Non potevamo quindi mancare a una virtual run a favore della ricerca» spiega Maurizio Amato, amministratore delegato di ViiV Healthcare Italia. «La nostra presenza a questa manifestazione, che vuole sensibilizzare sull’importanza di ricordare che il virus ancora esiste e che in Italia circa 3 mila persone ogni anno contraggono l’infezione – aggiunge - è una tappa irrinunciabile già da alcuni anni nel nostro percorso di responsabilità sociale d’impresa che vede i nostri collaboratori in prima linea in iniziative come Aids Running In Music».