Covid-19. L'Agenzia del farmaco ferma il vaccino AstraZeneca

Contrordine

Covid-19. L'Agenzia del farmaco ferma il vaccino AstraZeneca

Oxford_AstraZeneca_COVID-19_vaccine_(2021)_B.jpeg

Immagine: gencat cat, CC0, via Wikimedia Commons
di redazione

Contrordine: dopo aver assicurato, domenica 14 marzo, che l'allarme sul vaccino AstraZeneca era «ingiustificato», lunedì 15 marzo l'Agenzia del farmaco (Aifa) comunica di aver deciso di «estendere in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 su tutto il territorio nazionale». La decisione, precisa l'Aifa, «è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paese europei».

L'Agenzia aggiunge che sono in corso «ulteriori approfondimenti» e che «in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione».

Inoltre, «renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose».

La decisione della sospensione delle somministrazioni del vaccino Astrazeneca, per ragioni esclusivamente precauzionali, da parte di Aifa è stata assunta, spiegano fonti del ministero, dopo un colloquio tra il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il ministro della Salute Roberto Speranza, il quale, durante la giornata, ha avuto colloqui con i ministri della Salute di Germania, Francia e Spagna.

«Le scelte compiute e condivise oggi dai principali Paesi europei su Astrazeneca - ribadisce il ministro Speranza - sono state assunte esclusivamente in via precauzionale in attesa della prossima decisiva riunione di Ema. Abbiamo fiducia che già nelle prossime ore l’Agenzia europea possa chiarire definitivamente la questione».