Greco (AbbVie): «Rinnovato impegno nella comunicazione del settore farmaceutico»

Pharma RepTrak 2020

Greco (AbbVie): «Rinnovato impegno nella comunicazione del settore farmaceutico»

di redazione

I risultati dell'indagine Pharma RepTrak 2020 «ci incoraggiano nel percorso di rinnovato impegno in termini di comunicazione sul valore del settore farmaceutico». Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia, commenta così i dati emersi dall’indagine, che rileva un ulteriore miglioramento della reputazione delle imprese farmaceutiche in Italia.

Un elemento dell'indagine su cui riflettere, a parere di Greco, è che tra le sette dimensioni che concorrono a formare la valutazione dell’opinione pubblica, il settore farmaceutico totalizzi i punteggi più alti per prodotti e servizi di qualità e innovazione.

«Stiamo assistendo a uno sforzo congiunto di medici, personale sanitario, università, istituzioni e industria mai visto prima per rendere disponibili al più presto vaccini e trattamenti efficaci. AbbVie, oltre ad aver offerto un contributo nei mesi passati alla gestione dell’emergenza – ricorda l'amministratore delegato dell'azienda - è pienamente coinvolta, sia in Europa che a livello globale, nella ricerca di nuove soluzioni terapeutiche per il trattamento dei pazienti affetti da Covid-19».

In questo momento la pandemia, conclude l'amministratore delegato di AbbVie, «ci ricorda ancora una volta come la battaglia per la salute si possa vincere solo insieme. Dialogo e collaborazione tra i diversi stakeholder sono cruciali per rispondere alla doppia sfida in termini di salute e di ripresa economica e l’Italia – conclude Greco - può svolgere un ruolo primario rendendosi ancora più attrattiva per la ricerca; e le aziende del settore farmaceutico sono in prima fila, consapevoli del proprio ruolo».

Presente nel nostro Paese dal 1949 (dapprima come Abbott), AbbVie impiega in Italia circa 1.600 persone, di cui 900 nel polo industriale di Campoverde di Aprilia (LT). Con l’acquisizione quest’anno di Allergan, si colloca tra le maggiori società del settore a livello globale. L’azienda opera in oltre 70 Paesi nel mondo e conta complessivamente circa 47 mila dipendenti. È impegnata in particolare nelle aree terapeutiche in cui può vantare una solida esperienza: immunologia, oncologia, virologia, neuroscienze, oftamologia e medicina estetica.