L'Enterogermina compie sessant'anni

Anniversari

L'Enterogermina compie sessant'anni

redazione

Lanciato per la prima volta sul mercato italiano nel 1958, il farmaco ha avuto un grande successo internazionale e oggi è registrato in quasi settanta Paesi e commercializzato in più di cinquanta. È un prodotto al 100% italiano, tutt’oggi prodotto nel nostro Paese, nello stabilimento Sanofi di Origgio che lo esporta in tutto il mondo. La caratteristica è nel suo principio attivo costituito dalla sospensione concentrata di spore di Bacillus clausii che, resistenti ai succhi gastrici, ai sali biliari, al calore e a molti antibiotici di uso comune nella pratica medica, sono in grado di raggiungere indenni il tratto intestinale, combattendo le alterazioni della flora batterica.

Le sue caratteristiche e qualità sono state recentemente confermate da una ricerca dell’Università di Pisa sul settore dei probiotici che ha analizzato il comportamento dei microrganismi contenuti nelle dieci formulazioni più vendute dei principali brand nel mercato italiano. «La ricerca mette in evidenza la qualità comprovata di Enterogermina – commenta Emilia Ghelardi, docente di Microbiologia e microbiologia clinica all’Università di Pisa - probiotico di riferimento in un mercato sempre più complesso».

«Lo studio del microbiota intestinale fornisce ogni giorno nuove informazioni sul suo ruolo nel determinare il nostro stato di salute o di malattia – sottolinea Antonio Gasbarrini, direttore dell'Area gastroenterologia e oncologia medica al Policlinico universitario Gemelli di Roma - ed è sempre più evidente come dal momento del concepimento in poi il microbiota possa essere influenzato dall'ambiente, dall'alimentazione, dai farmaci... e di conseguenza modificare in positivo o in negativo l'equilibrio dei germi e batteri che popolano il tratto gastrointestinale, determinando quella che viene chiamata eubiosi o disbiosi».

«Con una produzione di 350 milioni di flaconi di Enterogermina prodotti ogni anno, il sito di Origgio è il principale fornitore di Enterogermina per i mercati di tutto il mondo» osserva infine Roberto Di Domenico, che dello stabilimento è il direttore.