La luce per combattere il Coronavirus (e non solo)

Innovazioni

La luce per combattere il Coronavirus (e non solo)

di redazione

Anche a causa della pandemia Covid-19, la sanificazione sta diventando una delle attività più richieste per gli edifici, cosicchè Nextsense e Molex hanno firmato un accordo per sviluppare congiuntamente soluzioni di illuminazione led microbicida e sanificanti basate sulla tecnologia Biovitae (di proprietà Nextsense) e sulla piattaforma di Smart Building “CoreSync” di Molex.

Biovitae è una tecnologia brevettata a led che emette una luce bianca naturale che illumina e sanifica ambienti e superfici eliminando batteri e virus.

I test effettuati dal Dipartimento scientifico del Policlinico militare del Celio a Roma e dai laboratori militari di Germania e Svezia hanno mostrato che il picco di frequenze di Biovitae è in grado di eradicare il 99,8% del SARS-CoV2 con un'azione che, a differenza dei raggi ultravioletti, causa un danno irreversibile alla struttura dei microrganismi esposti.

La partnership prevede l’utilizzo dei nuovi sistemi di illuminazione sanificanti a led integrati con la rete a basso consumo energetico CoreSync di Molex (Power over Ethernet) per alimentare e controllare i dispositivi sanificanti oltre ad altri dispositivi e sensori in rete.

La tecnologia Biovitae potrebbe rappresentare la soluzione più efficace e la sua l'integrazione con CoreSync può portare valore aggiunto ai sistemi di gestione degli edifici attraverso la sanificazione passiva e adattiva, il risparmio energetico, il facility management, l’ottimizzazione dell’utilizzo degli edifici, il comfort, la produttività, la sicurezza degli occupanti e l’integrazione con l’illuminazione di sicurezza.

«La collaborazione consentirà la rapida diffusione di prodotti in grado di aumentare la protezione e la sicurezza delle persone negli edifici attraverso l'utilizzo e l’interconnessione dei dispositivi Biovitae grazie alla rete CoreSync di Molex» spiega Mauro Pantaleo, Ceo di P&P Patents and Technology Group.

Dal canto suo, Jon Norton, General Manager di Molex Connected Enterprise Solutions, aggiunge che «la rete CoreSync PoE consente l'integrazione di sistemi di smart building in grado di offrire un ambiente efficiente in termini di costi, attraente, confortevole e sicuro».