Una petizione per l'asma grave

La campagna

Una petizione per l'asma grave

di redazione

Far conoscere meglio l'asma grave, una malattia con specificità diverse dall’asma, che colpisce circa il 5-10% della totalità delle persone asmatiche.

È questo l'obiettivo della nuova campagna di informazione e sensibilizzazione “Asma grave. Conoscere la differenza, fa la differenza” promossa da Respiriamo Insieme Onlus con il supporto incondizionato di AstraZeneca Italia.

Per dare maggiore forza alla campagna, Respiriamo Insieme Onlus ha deciso di rivolgere un appello a tutte le Istituzioni, lanciando una petizione affinchè adottino misure per migliorare il percorso diagnostico-terapeutico assistenziale dei pazienti e limitino l’impatto della malattia nella vita di tutti i giorni.

«Già nel 2018 avevamo voluto sensibilizzare l'opinione pubblica con la campagna Chiamala con il Suo nome: ora con questo nuovo progetto vogliamo ottenere il riconoscimento dell'asma grave come patologia differenziata dall'asma e quindi il suo inserimento nel Piano nazionale cronicità tra le malattie respiratorie croniche sia dell’età evolutiva che dell’adulto» spiega Simona Barbaglia, presidente di Respiriamo Insieme Onlus. «La complessità dell’asma grave in tutti i suoi aspetti clinici, dalla diagnosi al trattamento, la rende infatti una malattia distinta dall’asma» prosegue Barbaglia e per questo l'Associazione ha indirizzato una petizione al ministro della Salute e a tutte le Istituzioni «affinché riconoscano questa differenza e insieme si possano definire linee guida per la presa in carico e la corretta gestione dei pazienti  con asma grave che coniughino efficacia e sostenibilità garantendo omogeneità di trattamento su tutto il territorio nazionale».

In Italia, l’asma grave colpisce circa 300 mila persone tra adulti e bambini che vanno incontro a necessità di cura che richiedono circa il 50% delle loro risorse economiche, tra costi diretti e indiretti, oltre a provocare un importante decadimento della qualità di vita.

Per far conoscere meglio la malattia e sostenere la petizione, la campagna racconta in un video le esperienze di alcuni pazienti e gli aspetti più complessi e condizionanti della quotidianità delle persone affette da asma grave.

«Aiutare i pazienti a conoscere meglio la malattia di cui sono affetti e indicare i corretti percorsi di diagnosi e cura è il primo passo da compiere per far sì che le persone con asma grave possano affrontare meglio la propria quotidianità e limitare conseguenze e ripercussioni della malattia sia a livello personale che sociale e professionale» dice Ilaria Piuzzi, Head of External Communication & Patient Advocacy di AstraZeneca Italia. «Il nostro impegno dedicato alla ricerca e allo sviluppo di nuove e sempre più mirate ed efficaci terapie – sottolinea - è sempre affiancato a partnership di valore come quella con Respiriamo Insieme e al sostegno di iniziative che possano dare ai pazienti maggiore consapevolezza e strumenti utili a migliorare la gestione della propria patologia».