Rivaroxaban rimborsabile per la prevenzione di eventi aterotrombotici negli adulti

Farmaci

Rivaroxaban rimborsabile per la prevenzione di eventi aterotrombotici negli adulti

di redazione

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha ammesso alla rimborsabilità rivaroxaban 2,5 mg più acido acetilsalicilico a basso dosaggio (ASA), per la prevenzione di eventi aterotrombotici in tutti i pazienti adulti ad alto rischio, che presentano una arteriopatia periferica (Pad) sintomatica agli arti inferiori.

La decisione dell’autorità regolatoria italiana è un passaggio successivo all’approvazione europea dell’indicazione grazie ai risultati dello Studio di Fase III COMPASS, interrotto dopo un tempo medio di trattamento di 23 mesi, in anticipo sui tempi stabiliti, per manifesta superiorità della terapia combinata rivaroxaban/ASA rispetto al braccio di confronto.

Lo studio COMPASS «ha voluto testare una strategia totalmente innovativa nella gestione del paziente aterosclerotico ad alto rischio – commenta Francesca Russo, Country Medical Director - e rivaroxaban è l’unico tra i nuovi anticoagiulanti orali ad aver ottenuto questa ulteriore, importante indicazione. Pertanto, anche in Italia, i clinici avranno finalmente a disposizione questa efficace opzione terapeutica, per una maggiore protezione dei loro pazienti».