A Sam Kean la 15ª edizione del Premio letterario Merck

Riconoscimenti

A Sam Kean la 15ª edizione del Premio letterario Merck

redazione

Sam Kean, americano, scrittore e giornalista scientifico, collaboratore di prestigiose testate come New York Times, Slate, Mental Floss a Psychology today, si è aggiudicato la quindicesima edizione del Premio Merck con il saggio Il pollice del violinista: una storia (quella di Niccolò Paganini) che gli serve per spiegare il ruolo del Dna.

La Giuria del Premio ha assegnato inolte una menzione d’onore a Paolo Zellini, professore di analisi numerica all’Università di Tor Vergata, per il saggio La matematica degli dèi e gli algoritmi degli uomini.

Il Premio «intende favorire una fruttuosa contaminazione tra cultura scientifica e cultura umanistica» spiega Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia. «Sebbene siamo quotidianamente a contatto con i risultati concreti della ricerca scientifica – prosegue - la scienza è spesso vissuta come qualcosa di lontano, materia per pochi eletti. Emerge quindi la necessità di rendere la conoscenza scientifica accessibile a tutti e di stimolare nel pubblico l’interesse a interrogarsi su temi complessi che sono alla base dello sviluppo, della crescita e del cambiamento nella nostra società. La sfida che lanciamo con la nostra iniziativa è proprio questa: rendere comprensibili a tutti argomenti e linguaggi spesso incompresi o vissuti come distanti, al fine di riaffermare la scienza come parte naturale della vita delle persone».

Proprio per favorire il connubio tra cultura scientifica e cultura umanistica, Merck ha dato vita anche a un premio educativo per i giovani: La scienza narrata. Nel corso della cerimonia di consegna dei premi, a Roma giovedì 13 luglio, sono infatti stati premiati tre vincitori del concorso di scrittura creativa dedicato agli studenti delle scuole superiori, arrivato all’undicesima edizione. Per la prima volta, quest’anno anche un #premiosocial al racconto più votato dagli utenti del web.

La scienza narrata. Grazie all'analisi degli oltre 1.600 racconti ricevuti nel corso delle dieci edizioni, effettuata dal centro ricerca Observa- Science in Society, è stato possibile comprendere il punto di vista degli adolescenti nei confronti della scienza e della tecnologia, rilevando un’inversione di tendenza: ciò che oggi emerge sono considerazioni positive nei confronti dei due ambiti per i quali si nutre un grande interesse che in vari momenti si traduce in profonda passione e conoscenza.

Gli argomenti trattati nei racconti si possono dividere in 73 ambiti tematici. I cinque più utilizzati dagli studenti sono Tecnologia (18%), Scienziato (16%), Salute (14%), Fantascienza (10%), Medicina (9%). I due meno utilizzati sono Storico e Amore (entrambi con il 5%).

 

Per ricevere gratuitamente notizie su questo argomento inserisci il tuo indirizzo email nel box e iscriviti: