Scuola: dai medici di famiglia suggerimenti e consigli per studenti e genitori

Simg

Scuola: dai medici di famiglia suggerimenti e consigli per studenti e genitori

di redazione

Fare in modo che i giovani possano tornare a scuola in completa sicurezza, forti anche di una costante sorveglianza sanitaria che può essere garantita solo con una massima collaborazione tra famiglia, scuola e servizi sanitari. Per questo la Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg) ha realizzato una guida, consultabile e scaricabile in digitale

La Guida affianca e ovviamente non sostituisce le regole e le disposizioni degli organismi sanitari e scolastici e «nasce nella dimensione che noi medici conosciamo meglio di tutti – sostiene Claudio Cricelli, presidente Simg – cioè la dimensione della vita quotidiana con le domande, i dubbi, le preoccupazioni, i problemi e le soluzioni che famiglie, genitori, nonni, studenti pongono ogni giorno al loro medico di famiglia».

Nell'iniziativa la Simg ha coinvolto tra gli altri la Società italiana delle malattie infettive e tropicali (Simit), la Fimmg (il principale sindacato dei medici di famiglia) e l'Istituto superiore di sanità.

Cosa fare in caso di contagio da Covid-19:

- Restare a casa tranne che per eventuali cure mediche non rimandabili.

- Prendersi cura di se stessi: restare a letto, idratarsi, assumere farmaci da banco tipo il paracetamolo.

- Mantenere contatti con il proprio medico, informarlo prima di assumere farmaci e se emergono altri sintomi.

- Evitare il trasporto pubblico.

- Mantenere le distanze dai conviventi.

- Rimanere da solo in una stanza evitando contatti con altre persone e rispetta tutte le norme previste per i luoghi pubblici (distanziamento, mascherina, lavaggio delle mani).

- Evitare di condividere oggetti personali come piatti, bicchieri, posate, asciugamani, lenzuola che dovranno essere lavati accuratamente.

- Pulire e disinfettare di frequente le superfici di contatto, inclusi telefono, cellulare, tastiere, maniglia della porta e finestra.

- Pulire e disinfettare tutto ciò che viene a contatto con sangue, feci e altri fluidi corporei.

Ventilare a lungo le stanze dove si soggiorna.

Monitorare i sintomi se presenti, come febbre e tosse.

Seguire le istruzioni del medico e del dipartimento di prevenzione e informarli sui sintomi, privilegiando i contatti telefonici.