Al via “Week of Possibilities”, iniziativa di volontariato AbbVie

Aziende

Al via “Week of Possibilities”, iniziativa di volontariato AbbVie

di redazione

Dal 10 al 14 giugno torna "Week of Possibilities”, iniziativa di volontariato dei dipendenti dell’azienda biofarmaceutica AbbVie a sostegno delle comunità locali, che vede coinvolte complessivamente 9 mila persone dell’azienda nel mondo, di cui cento in Italia.

Nel nostro Paese i dipendenti di AbbVie Italia sono impegnati durante questa sesta edizione dell’iniziativa in due interventi: il primo a Roma nel centro diurno dell’associazione Ain Karim che serve una rete di case famiglie dove trovano ospitalità e supporto donne in gravidanza, giovani madri in difficoltà e i loro figli, ragazzi allontanati dalle famiglie di origine, adolescenti non accompagnati. Poi il 12 e 13 giugno i dipendenti AbbVie realizzeranno opere di miglioramento e sistemazione nella scuola  primaria “Benedetto Lanza” di Campo di Carne nel comune di Aprilia, in provincia di Latina.

Le attività di volontariato previste nell’ambito di “Week of Possibilities” nei diversi Paesi vengono progettate da Points of Light, di cui fa parte anche RomAltruista, partner delle iniziative in Italia: una collaborazione volta ad assicurare che gli sforzi dei volontari AbbVie possano risultare quanto più in linea con le esigenze delle comunità di appartenenza e avere per questo un maggiore impatto.

«Attraverso l’iniziativa “Week of Possibilities” all’insegna di -#AbbVieGivesBack  - sottolinea Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia - rinnoviamo il nostro impegno a favore delle collettività in cui operiamo. Crediamo che interventi come questi a sostegno delle istituzioni scolastiche del territorio e delle fasce più svantaggiate della popolazione possano contribuire alla crescita delle comunità e a renderle più forti e inclusive».

«Si tratta di un impegno ampiamente condiviso dai dipendenti dell’azienda – assicura Daniela Toia, direttore del polo produttivo AbbVie di Campoverde di Aprilia - come conferma l’incremento delle adesioni e il crescente coinvolgimento dei volontari AbbVie nell’iniziativa, che rinsalda i rapporti con il territorio attraverso un supporto concreto alle realtà più vulnerabili».