Assicurare le terapie salva-vita a tutti i pazienti oncologici e oncoematologici

L'appello

Assicurare le terapie salva-vita a tutti i pazienti oncologici e oncoematologici

di redazione

L’emergenza sanitaria e sociale da COVID-19 «impone di rivolgere particolare attenzione ai pazienti oncologici e onco-ematologici, resi vulnerabili dalla malattia tumorale o dagli effetti dei trattamenti farmacologici e radioterapici». A sottolinearlo, in una nota congiunta, sono Aiom (Associazione italiana di oncologia medica), Airo (Associazione italiana di radioterapia e oncologia clinica) e Sie (Società italiana di ematologia).

«La continuità delle terapie farmacologiche, dei trattamenti radioterapici e dei controlli previsti – ricordano le tre Società scientifiche - è di fondamentale importanza per la salute e la vita di questi pazienti».

Per incentivare quanto più possibile il proseguimento delle terapie salvavita per i pazienti oncologici e onco-ematologici e per «rassicurare cittadini e caregiver» sulle strategie messe in atto dal Governo, Aiom, Airo e Sie si rivolgono a pazienti oncologici e onco-ematologici, alle Istituzioni nazionali e regionali e ai cittadini per ricordare che il cancro va curato in tutte le fasi di malattia; per ribadire che i percorsi oncologici e onco-ematologici sono attivi e protetti in tutti gli ospedali italiani; per incoraggiare tutti i pazienti a rivolgersi «con fiducia e serenità» alle loro strutture di riferimento, dove sono stati attivati protocolli specifici per la protezione dal contagio da COVID-19; per invitare, infine, le Istituzioni nazionali e regionali a facilitare questi percorsi così come indicato nelle Raccomandazioni per la gestione dei pazienti oncologici e onco-ematologici in corso di emergenza da COVID-19.