Infanzia, i risultati del progetto triennale Family Hub contro la povertà educativa

La presentazione

Infanzia, i risultati del progetto triennale Family Hub contro la povertà educativa

di redazione

Una serie di servizi educativi per bambini da zero a sei anni, con l’obiettivo di contrastare la povertà educativa minorile, promuovere e ampliare l’accesso ai servizi per l’infanzia di bambini e famiglie in situazioni di vulnerabilità sociale ed economica, con una particolare attenzione all’inclusione di famiglie e minori di origine straniera.  

Si va dagli sportelli di ascolto, ai laboratori in piazza, agli incontri a sostegno della genitorialità. Tutto questo è stato offerto in versione digitale durante i periodi di lockdown. 

A proporli è stato “Family Hub: mondi per crescere”, un progetto triennale avviato nel 2018 in Toscana, Piemonte, Emilia Romagna, Lazio e Basilicata, coordinato dal Consorzio Co&So e finanziato dall'impresa sociale “Con i Bambini”. 

I risultati del progetto verranno presentati durante il seminario conclusivo che si terrà lunedì 15 novembre all'Istituto Geografico Militare di Firenze. In quell’occasione verrà ospitato anche l’intervento "I segni del Covid su bambini, bambine, famiglie e gruppi di lavoro: Come rimettere al centro l'azione educativa?”,  di Daniela Lucangeli, professoressa in Psicologia dell’Educazione e dello Sviluppo dell’Università di Padova e membro del Comitato di Esperti Ministeriale per la ripresa della Scuola. 

«Questo progetto ha contribuito a innovare il welfare comunitario, concorrendo al benessere dei bambini, delle bambine e delle loro famiglie offrendo servizi integrati, capaci di ampliare l’offerta delle opportunità educative rivolte principalmente alla fascia 0-6 anni, costituendo una vera e propria ri-progettazione dei servizi educativi zero-sei gestiti dai partner, per renderli  capaci di rispondere ai nuovi e diversi bisogni delle famiglie” afferma Claudia Calafati, direttrice Area Educazione di CO&SO.