t-cells.jpg

Il trattamento induce le cellule T immunitarie ad attaccare i linfociti B che sono i responsabili della reazione autoimmune