Addio alla tabella con le lettere appesa al muro. L’esame della vista si fa online

Il test

Addio alla tabella con le lettere appesa al muro. L’esame della vista si fa online

Potrebbe essere scioccante. Il test della vista con la tabella delle lettere appesa al muro è rimasto immutato per oltre 150 anni. Ora c’è la possibilità che sia sostituito da un esame al computer che promette una maggiore accuratezza. La proposta rivoluzionaria dell’Università di Stanford

di redazione

La tabella appesa al muro con le lettere maiuscole disposte in file di dimensioni decrescenti. Prima l’occhio sinistro, poi quello destro. Non c’è dubbio: stiamo parlando dell’esame della vista, il più classico tra i sistemi diagnostici della medicina, rimasto immutato per più di 150 anni. Ma la tabella di Snellen, dal medico che la inventò nel 1862, potrebbe essere in procinto di andare in pensione per venire sostituita dall’intelligenza artificiale. Si tratterebbe di un cambiamento epocale.  

Un gruppo di ricercatori della Stanford University ha messo a punto un test della acutezza visiva computerizzato che potrebbe essere effettuato on line anche da casa. Il prototipo è già disponibile e può essere utilizzato gratuitamente. 

Agli utenti vengono richiesti alcuni semplici passaggi per calibrare le distanze. Poi si entra nel vivo dell’esame. La prima fase del test consiste nel riconoscere l’orientamento di una serie di “E” maiuscole di diverse dimensioni rivolte verso l’alto, verso il basso, a sinistra o a destra. Poi si prosegue con altre prove da completare con entrambi gli occhi. Un algoritmo realizzato ad hoc fornisce una previsione del punteggio della vista basandosi du dati statistici. Più si va avanti con il test, più il sistema di calcolo perfeziona la diagnosi. 

La piattaforma è stata sviluppata da un gruppo di ricercatori della Stanford University

Sono previste in tutto 20 domande per ogni occhio e ci vogliono un paio di minuti per completare l’intero esame. 

I ricercatori hanno testato la loro tecnologia su mille computer ottenendo responsi molto più accurati di quelli ottenuti con il metodo classico della tabella di Snellen. 

Secondo le loro stime, l’esame della vista nella versione 2.0 riduce del 74 per cento la possibilità di errore rispetto alla tradizionale lettura delle lettere da un poster attaccato alla parete. 

La nuova tecnica è stata descritta sull’ultimo numero dei Proceedings of the AAAI Conference on Artificial Intelligence ed è pronta per essere messa alla prova da chiunque voglia farlo. 

I ricercatori avvertono però che per ora la piattaforma digitale non può ancora sostituire un medico in carne e ossa dovendo essere ancora perfezionata e sottoposta all’approvazione della Food and Drugs Administration.