Se arriva il diabete in gravidanza attenzione alla depressione post-partum

Doppio rischio

Se arriva il diabete in gravidanza attenzione alla depressione post-partum

Sintomi depressivi presenti nel 16 per cento delle donne con diabete gestazionale
redazione

pregnant.jpg

Il 16 per cento delle donne con elevati livelli di glucosio durante la gravidanza soffre di depressione post-partum in confronto al 9 per cento delle donne con valori normali della glicemia. Lo studio sul Journal of Affective Disorders

La tristezza, il pianto e la solitudine fanno da sfondo a quello che per antonomasia viene riconosciuto come un lieto evento. È il paradosso della depressione post-partum che travolge molte donne dopo la nascita di un figlio. Ora, un nuovo studio finlandese aggiunge qualche informazione in più sull’origine di quell’inspiegabile malessere, scoprendo che il diabete gestazionale aumenta il rischio di depressione post-partum. Lo studio ha coinvolto più di mille donne incinte senza alcun problema precedente di salute mentale. 

Gli elevati livelli di glicemia durante la gravidanza possono provocare problemi sia al feto che alla donna. I neonati rischiano ittero, anomalie del peso, malformazioni cardiache, disturbi respiratori, le mamme di sviluppare diabete 2 e, secondo il recente studio, la depressione post-partum.

I ricercatori si sono serviti per la valutazione della depressione della Edinburgh Postnatal Depression Scale, l’unico strumento di screening riconosciuto a livello internazionale. Le donne coinvolte nello studio sono state sottoposte al test durante il terzo trimestre di gravidanza e otto settimane dopo il parto. I risultati della ricerca, pubblicati sul Journal of Affective Disorders, sono eloquenti. I sintomi della depressione post-partum si sono manifestati nel 16 per cento delle donne con diabete gestazionale in confronto al 9 per cento di quelle con livelli di glicemia normali. L’associazione tra diabete gestazionale e depressione post-partum è rimasta statisticamente significativa anche dopo aver preso in considerazione altri fattori di rischio come l’età della madre, l’indice di massa corporea e i disturbi dell’umore durante la gestazione. 

«I meccanismi psicologici possono in parte spiegare l’associazione osservata tra diabete mellito gestazionale e i sintomi della depressione post-partum - ha dichiarato Aleksi Ruohomäki, principale autore dello studio - Ricevere durante la gravidanza la diagnosi di un disturbo che può provocare danni al feto può essere un’esperienza stressante che può predisporre a sintomi della depressione». 

Ma l’associazione tra diabete gestazionale e depressione post-partum può dipendere anche da altri fattori.

«Anche i meccanismi fisiologici possono contribuire all’associazione - ha aggiunto Soili Lehto, tra gli autori dello studio - Anomalie nel metabolismo del glucosio possono aumentare un’infiammazione di basso grado mediata dalla citochina che è stata associata alla depressione. Precedenti studi hanno anche dimostrato che il diabete 2 predispone alla depressione e la depressione al diabete 2». 

La depressione post-partum colpisce dal 10 al 15 per cento delle donne che hanno messo alla luce un figlio. Il nuovo studio finlandese contribuisce alla comprensione del fenomeno aiutando anche a individuare il modo di prevenirlo.