La Commissione europea approva avelumab per il carcinoma a cellule di Merkel metastatico

Tumori

La Commissione europea approva avelumab per il carcinoma a cellule di Merkel metastatico

redazione

Merck and Pfizer hanno annunciato che la Commissione europea ha dato l’autorizzazione all’immissione in commercio per avelumab in monoterapia per il trattamento negli adulti del carcinoma a cellule di Merkel metastatico, un tumore cutaneo aggressivo e raro. L’autorizzazione centralizzata europea consente l’immissione in commercio di avelumab come medicinale soggetto a prescrizione medica nei 28 Paesi dell’Unione europea e in Norvegia, Liechtenstein e Islanda. Avelumab sarà disponibile per i pazienti europei nei prossimi mesi, a partire da Germania e Regno Unito dove il lancio è previsto già a ottobre 2017.

In Europa sono circa 2.500 le persone che ogni anno vengono colpite dal carcinoma a cellule di Merkel (CCM). Il 5–12% dei pazienti con sviluppa malattia metastatica e meno del 20% con CCM metastatico sopravvive oltre i cinque anni.

L’autorizzazione «è un passo importante per avelumab, ma soprattutto per coloro che in Europa sono affetti da questa neoplasia cutanea molto difficile» commenta Luciano Rossetti, vicepresidente esecutivo, Global Head of Research & Development per l’area di business biofarmaceutico di Merck. «La nostra alleanza con Pfizer aggiunge - continua a dimostrare la forza della collaborazione. Desideriamo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a far sì che i pazienti europei possano avere a disposizione questa immunoterapia che è la prima e l’unica a essere approvata per il carcinoma a cellule di Merkel metastatico».

La decisione della Commissione europea è basata sui risultati di JAVELIN Merkel 200, studio internazionale multicentrico di Fase II, in aperto, a braccio singolo.