Costipazione da oppioidi: OK Ue a nuovo farmaco

Farmaci

Costipazione da oppioidi: OK Ue a nuovo farmaco

di redazione

La Commissione Europea ha concesso l’autorizzazione all’immissione in commercio a naldemedina, farmaco destinato a pazienti adulti con costipazione indotta da oppioidi già trattati con altri lassativi. 

La decisione fa seguito al parere positivo espresso lo scorso dicembre dal Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) della European Medicines Agency (EMA). 

«L’autorizzazione concessa oggi per la commercializzazione della naldemedina dell’Unione europea rappresenta, per tutti i pazienti con stipsi indotta da oppioidi, la possibilità di usufruire di un nuovo trattamento in grado di alleviare il disturbo da cui sono affetti, una condizione ancora troppo poco conosciuta che può influire significativamente sulla qualità di vita», ha affermato John Keller, amministratore delegato di Shionogi Europe. 

La costipazione è un effetto collaterale frequente e debilitante della terapia con oppioidi e non sempre risponde alla terapia convenzionale con lassativi.

Naldemedina ha dimostrato la sua efficacia e sicurezza in due trial clinici di 12 settimane condotti su pazienti con dolore cronico non oncologico e costipazione indotta dagli oppioidi. 

«L’autorizzazione EMA della naldemedina rappresenta un approccio terapeutico avanzato di comprovata efficacia e sicurezza per la terapia della costipazione da oppioidi nei pazienti adulti con dolore cronico, di origine oncologica e non», ha aggiunto Domenico Alvaro, Ordinario di Gastroenterologia presso la Sapienza Università di Roma.