Diabete. Nuova conferma per l’insulina glargine di nuova generazione

Diabete. Nuova conferma per l’insulina glargine di nuova generazione

amministratore

Sono stati presentati nel corso del 78° Congresso dell'American Diabetes Association tenutosi a Orlando nei giorni scorsi nuovi dati dello studio BRIGHT che hanno confrontato la nuova insulina a lunga durata d’azione glargine di Sanofi (nome commerciale Toujeo) con insulina degludec.

Nello studio BRIGHT la nuova insulina glargine ha dimostrato un controllo della glicemia comparabile rispetto a quello di insulina degludec (rispettivamente -1,64% vs -1,59%,). 

Durante le prime 12 settimane di terapia, un periodo in cui pazienti e medici cercano di determinare la dose individuale di insulina più appropriata, l’insulina glargine ha registrato minore rischio di ipoglicemie. Nelle successive 12 settimane dello studio un rischio di ipoglicemie sovrapponibile.

«L'ipoglicemia è fonte di grande preoccupazione per le persone con diabete che stanno iniziando la terapia insulinica, in particolare nel periodo iniziale di aggiustamento della dose», dice Alice Cheng, professore associato di Endocrinologia, all’Università di Toronto e principale investigatore dello studio. «L'esperienza dell'ipoglicemia, in particolare in questo periodo iniziale di trattamento, può ridurre la fiducia di pazienti e medici, portando ad uno scarso controllo glicemico nel medio termine o, addirittura, a una sospensione del trattamento».