Dolore al petto: una piattaforma on line suggerisce quando è il caso di fare accertamenti

e-Health

Dolore al petto: una piattaforma on line suggerisce quando è il caso di fare accertamenti

redazione

Si chiama Promiserisktools e promette di aiutare i medici a individuare quali pazienti con dolore al petto devono sottoporsi a normali test di controllo. È una piattaforma on line che, secondo uno studio pubblicato su JAMA Cardiology, si è rivelata uno strumento di previsione utile e affidabile. Il giudizio positivo arriva dopo due anni di controlli sulle performance del programma che hanno coinvolto 10 mila persone. Generalmente il 25 per cento di chi si sottopone a controlli dell’attività cardiaca sotto sforzo oppure ad angio-Tac coronarica risulta sano. 

«Il dato solleva una domanda - dice James Udelson, a capo della Division of Cardiology del Tufts Medical Center - Come possiamo sapere quali sono le persone con il minimo rischio di malattie cardiovascolari? Se lo sapessimo i pazienti e i medici potrebbero decidere insieme che gli esami non sono necessari».  

Per mettere a punto il sistema predittivo di intelligenza artificiale, i programmatori hanno usato 10 variabili cliniche comunemente prese in esame dai medici durante una normale visita: l’età, il sesso, la comunità etnica, ipertensione, diabete, dislepidemia, familiarità con malattie coronariche, fumo, stress, livelli di colesterolo. Il sistema si è rivelato capace di selezionare i pazienti con dolore al petto che avevano realmente bisogno di accertamenti. 

 

Per ricevere gratuitamente notizie su questo argomento inserisci il tuo indirizzo email nel box e iscriviti: