Fegato grasso: buoni risultati con l'acido obeticolico

Farmaci

Fegato grasso: buoni risultati con l'acido obeticolico

di redazione

I pazienti affetti da fibrosi epatica causata da steatoepatite non alcolica traggono beneficio dal trattamento con acido obeticolico. 

È quanto emerge dallo studio clinico di fase 3 REGENERATE i cui dati sono stati annunciati da Intercept Pharmaceuticals. 

Nel dettaglio, il trial, che è ancora in corso sugli oltre 2.000 pazienti arruolati, ha mostrato che il trattamento una volta la giorno con acido obeticolico ha prodotto un miglioramento della fibrosi senza che si verificassero peggioramenti nella steatoepatite nel 23,1 per cento dei pazienti contro l’11,9 per cento dei pazienti che avevano ricevuto un placebo. 

«L'arresto della progressione o la risoluzione della fibrosi è un obiettivo terapeutico essenziale per i pazienti affetti da steatoepatite non alcolica. Quindi i risultati dell'analisi ad interim a 18 mesi dello studio REGENERATE sono altamente significativi e importanti dal punto di vista clinico», ha dichiarato Zobair M. Younossi, direttore del dipartimento di Medicina presso l'Inova Fairfax Medical Campus e presidente dello Steering Committee dello Studio REGENERATE. «I nuovi dati dello studio REGENERATE indicano che acido obeticolico migliora anche altri importanti parametri di funzionalità epatica, inclusi quelli identificati come “driver” nella steatoepatite non alcolica e i parametri biochimici normalmente monitorati dai medici nella pratica clinica».