Lenti a contatto intelligenti per monitorare la glicemia

Futuro prossimo

Lenti a contatto intelligenti per monitorare la glicemia

Potrebbero migliorare la qualità di vita delle persone con diabete
redazione

lenti.jpg

Un gruppo di scienziati coreani ha presentato su Science Advances una nuova tecnologia da applicare sull’occhio per controllare la glicemia. Il dispositivo è stato testato con successo sugli animali, presto si passerà alla sperimentazione sull’uomo

Misurarsi la glicemia? Facile come un battito di ciglia. Sì perché presto a controllare i livelli di glucosio nel sangue potrebbero pensarci le lenti a contatto intelligenti messe a punto da ricercatori coreani e descritte su Science Advances. Gli scienziati dell’Ulsan National Institute of Science and Technology (Unist) nella Repubblica di Corea hanno già testato la nuova tecnologia con successo sugli animali e sperano di poter  passare alla sperimentazione sugli esseri umani in tempi brevi.  

Le lenti sono munite di un dispositivo elettronico flessibile e trasparente in grado di analizzare la composizione delle lacrime nell’occhio e avvisare chi le indossa di eventuali anomalie. Potrebbe trattarsi di una soluzione facile e poco invasiva a beneficio delle persone con diabete. 

Gli scienziati coreani sono riusciti a ovviare a uno dei principali problemi che avevano determinato il fallimento di precedenti tentativi: il dispositivo elettronico che la compagnia Verily Life Sciences, la californiana spinoff di Google, aveva tentato di montare sulle lenti a contatto era troppo rigido e opaco per poter servire allo scopo. 

Ora Jihun Park, a capo del team, e i suoi colleghi esperti di scienze dei materiali del Ulsan National Institute of Science and Technology della Corea del Sud, hanno progettato un composto realizzato con materiali elettronici flessibili e trasparenti, perfettamente integrabili in una lente a contatto. 

Il nanodispositivo da applicare nell’occhio consiste di tre minuscole componenti principali: un sensore di glucosio, un alimentatore wirless e un display a Led che accede ai dati in tempo reale. Questi tre micro-elementi sono talmente sottili, pari a un centesimo dello spessore della lente, che non danno fastidio a chi li indossa. 

Le informazioni sul livello di glucosio vengono visualizzate sul display tramite i pixel del Led. Una lucina verde che non interferisce con la vista, ma che è visibile allo specchio funziona come segnale di allarme:  quando il livello di glucosio oltrepassa i limiti di sicurezza la lucina verde si spegne. 

Le lenti intelligenti sono state testate negli occhi dei conigli e si sono rivelate capaci di monitorare la glicemia in modo affidabile senza effetti avversi. 

Questo strumento, se dovesse ottenere gli stessi risultati sugli umani, potrebbe in futuro venire impiegato per la valutazione di altri parametri di salute come la pressione arteriosa, il colesterolo, la temperatura corporea e così via. Non solo: le lenti intelligenti potrebbero anche rilasciare farmaci direttamente nell’organismo. 

Alla realizzazione di lenti a contatto smart stanno lavorando, oltre a Verily, anche Samsung e Apple.