Ok Usa a farmaco made in Italy per il trattamento della cheratite neurotrofica

Ok Usa a farmaco made in Italy per il trattamento della cheratite neurotrofica

redazione

La Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha concesso l’approvazione a cenegermin (nome commerciale Oxervate) per il trattamento della cheratite neurotrofica, una malattia rara che colpisce la cornea. 

Il farmaco, sviluppato dall’italiana Dompè, rappresenta il primo trattamento topico biotecnologico in ambito oculistico e del primo trattamento autorizzato a basse di NGF (Nerve Growth Factor).

«Mentre la prevalenza della cheratite neurotrofica è bassa, l'impatto di questa grave condizione su un singolo paziente può essere devastante», ha affermato Wiley Chambers, oftalmologo membro del Center for Drug Evaluation and Research dell’Fda. «In passato, è stato spesso necessario ricorrere agli interventi chirurgici; questi trattamenti sono di solito solo palliativi in questa malattia. L'approvazione di oggi fornisce un nuovo trattamento topico e un importante progresso che offre una guarigione corneale completa per molti di questi pazienti». 

«Abbiamo sviluppato cenegermin grazie alla collaborazione costante con una comunità scientifica di eccellenza che ha contribuito allo sviluppo del farmaco nelle varie fasi, in centri di ricerca a livello internazionale», ha affermato Sergio Dompé, presidente e amministratore delegato di Dompé farmaceutici. «È il nostro primo farmaco biotech ottenuto grazie al lavoro di una squadra che con competenza e passione ha creduto sin dall’inizio in questo progetto. Un viaggio lungo, complesso ma entusiasmante, che non finisce ma inizia con questo importante step regolatorio. Siamo orgogliosi di poter offrire anche ai Pazienti statunitensi una soluzione terapeutica a una patologia finora orfana di cura».

Il farmaco verrà prodotto nel sito di ricerca e produzione di Dompé all’Aquila che rappresenta il primo sito produttivo autorizzato da parte dell’Fda per la produzione di principi attivi biotecnologici con tecnologia di DNA ricombinante utilizzando cellule procariote quale vettore di espressione.