Psoriasi: indicazioni più ampie per secukinumab

Farmaci

Psoriasi: indicazioni più ampie per secukinumab

redazione

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’European Medicines Agency ha approvato un aggiornamento delle indicazioni del secukinumab. 

L’aggiornamento comprende i dati a 52 settimane dello studio CLEAR, da cui emerge la superiorità a lungo termine del secukinumab rispetto a ustekinumab nella psoriasi. Le indicazioni aggiornate comprendono anche l’uso del secukinumab per il trattamento della psoriasi del cuoio capelluto da moderata a severa, una delle forme più difficili da trattare, che colpisce circa 60 milioni di persone in tutto il mondo.

«Siamo lieti di questi due importanti aggiornamenti delle indicazioni per il secukinumab, il primo inibitore di IL-17A approvato per il trattamento della psoriasi. Al fine di migliorare in modo significativo la qualità della vita dei pazienti, stiamo continuando a esplorare nuove aree di applicazione per il secukinumab, come per esempio la psoriasi del cuoio capelluto», ha dichiarato Vas Narasimhan, Global Head, Drug Development e Chief Medical Officer di Novartis. «Secukinumab è un trattamento pionieristico e innovativo per le persone che vivono con malattie autoinfiammatorie, e siamo orgogliosi di continuare a espandere le alternative terapeutiche per un numero sempre maggiore di pazienti».