Rischio infertilità più alto per le donne che soffrono di asma

L’associazione

Rischio infertilità più alto per le donne che soffrono di asma

di redazione

È il limite di tutti gli studi osservazionali: si riesce a dimostrare che esiste un legame tra due fenomeni ma non si può stabilire tra loro un principio di causa ed effetto. Vale anche per un recente studio danese presentato al Congresso della European Respiratory Society che ha evidenziato una insospettata associazione tra asma e infertilità senza però poter affermare che la prima sia la causa della seconda. 

Il dato di fatto è sostenuto dalle statistiche: le donne con problemi respiratori hanno maggiori probabilità di ricorrere a cure per la fertilità rispetto alle donne senza i sintomi della malattia. Lo studio è stato condotto su 744 donne asmatiche in cinta arruolate nel programma Management of Asthma During Pregnancy dell’Ospedale di Hvidovre in Danimarca.

 

Le donne coinvolte nello studio avevano tutte ricevuto una diagnosi di asma e avevano effettuato la prima visita nel reparto delle malattie respiratorie entro le prime 18 settimane di gravidanza. 

Il loro percorso per arrivare alla maternità è stato messo a confronto con quello di un gruppo di controllo composto da donne senza asma. Entrambi i gruppi erano composti da donne della stessa età, tra i 30 e i 31 anni di media.

I ricercatori hanno tenuto conto di tutti i fattori che avrebbero potuto influenzare i risultati, come l’età, l’indice di massa corporea, l’abitudine al fumo, la presenza o meno di gravidanze precedenti ecc…Alla fine, gli scienziati si sono ritrovati tra le mani alcuni dati significativi: il 12 per cento delle future mamme con asma erano state sottoposte a trattamenti per la fertilità rispetto al 7 per cento delle donne nel gruppo di controllo. 

«Non abbiamo la prova definitiva - ammette Charlotte Suppli Ulrik del Department of Respiratory Medicine di Hvidovre che ha supervisionato lo studio - ma basandoci su ciò che sappiamo sembra molto probabile che un buon controllo dell’asma possa migliorare la fertilità nelle donne con sintomi respiratori riducendo il periodo di tempo impiegato per restare in cinta e quindi il bisogno di ricorrere a trattamenti per la fertilità». 

Suppli Ulrik e i colleghi ammettono che saranno necessari nuovi studi per confermare i loro risultati e sono già al lavoro su alcune ricerche per approfondire il legame tra asma e fertilità. Tra i loro obiettivi c’è quello di scoprire gli effetti di una buona gestione dell’asma sulla fertilità. 

I ricercatori, infine, ricordano una verità valida per tutte le donne ma per quelle con asma ancora di più: con l’avanzare dell’età, la fertilità si riduce e le possibilità di avere un bambino si riducono.