Risultati incoraggianti per entrectinib nei tumori pediatrici

Lo studio

Risultati incoraggianti per entrectinib nei tumori pediatrici

di redazione

Riduzione significativa della massa tumorale (tasso di risposta obiettiva) nei bambini e adolescenti affetti da tumori solidi nei quali è presente l’alterazione genetica di NTRK, ROS1 o ALK (11 pazienti su 11) e risposta completa in due pazienti; in cinque pazienti affetti da un tumore primario del sistema nervoso centrale in stadio avanzato è stata riscontrata una risposta obiettiva e in un paziente è stata osservata una risposta completa.

Sono i risultati dello studio di fase I/II di entrectinib, un farmaco in fase di sperimentazione, annunciati nel presscast di ASCO mercoledì 15 maggio.

Il profilo di sicurezza di entrectinib è risultato coerente con quanto riscontrato nelle analisi precedenti.

«I risultati che abbiamo riscontrato con entrectinib nei pazienti pediatrici e adolescenti, compresi quelli con tumore del sistema nervoso centrale, sono incoraggianti e supportano ulteriormente l’approccio di Roche alla medicina personalizzata e lo sviluppo di trattamenti che agiscono su specifiche mutazioni driver dei tumori» commenta Sandra Horning, Chief Medical Officer and Head of Global Product Development di Roche. «Lo studio STARTRK-NG – aggiunge - conferma quanto la profilazione genomica, unita a trattamenti personalizzati, sia uno strumento fondamentale per offrire ai pazienti opzioni terapeutiche sviluppate specificatamente per il loro tipo di tumore».