Sclerosi multipla: in USA ok al primo farmaco per la forma primariamente progressiva

Farmaci

Sclerosi multipla: in USA ok al primo farmaco per la forma primariamente progressiva

redazione

L’americana Food and Drug Administration ha approvato nei giorni scorsi ocrelizumab per il trattamento della sclerosi multipla. 

Il nuovo medicinale, a somministrazione endovenosa, è indicato per le forme recidivanti di sclerosi multipla. Ma soprattutto è il primo a ricevere l’esplicita approvazione anche per la forma primariamente progressiva. 

«La sclerosi multipla ha un profondo impatto sulla vita», ha detto Billy Dunn, direttore della Division of Neurology Products in seno alla Fda. «Questa terapia non fornisce soltanto un’altra opzione di trattamento per i pazienti con forme recidivanti di sclerosi multipla, ma per la prima volta fornisce una terapia approvata per quelli con la forma primariamente progressiva».

Il farmaco, che sarà venduto con il nome commerciale di Ocrevus, è prodotto da Genentech (che fa capo alla svizzera Roche), è stato approvato sulla base dei risultati di tre studi clinici pubblicati lo scorso gennaio sul New England Journal of Medicine. 

«Penso si tratti di un vero passo avanti», ha dichiarato Stephen Hauser, presidente del dipartimento di neurologia presso l'Università della California di San Francisco e leader del comitato direttivo che ha supervisionato gli studi clinici in fase avanzata del farmaco. «L’entità dei benefici che abbiamo osservato con ocrelizumab in tutte le forme di sclerosi multipla è veramente piuttosto sorprendente».

Per ricevere gratuitamente notizie su questo argomento inserisci il tuo indirizzo email nel box e iscriviti: