La sindrome delle gambe senza riposo è associata a maggiore rischio di malattie cardiovascolari

Il legame

La sindrome delle gambe senza riposo è associata a maggiore rischio di malattie cardiovascolari

La malattia aumenta anche le probabilità di morte prematura
redazione

restless leg.jpg

Le persone affette da sindrome delle gambe senza riposo hanno un rischio elevato di soffrire di malattie cardiovascolari e di altre patologie croniche, ma gli studi precedenti su tutte le cause di morte avevano dato risultati inconsistenti.

La sindrome delle gambe senza riposo è più pericolosa di quanto si pensasse. Chi ne soffre è più a rischio di soffrire di malattie cardiovascolari rispetto a chi non è colpito dalla malattia neurologica. Il che significa, senza troppi giri di parole, che ha maggiori probabilità di morire prematuramente. 

L’associazione è emersa in uno studio pubblicato su Neurology condotto dai ricercatori della Penn University.

Gli scienziati hanno raccolto i dati di più di 57mila donne con un’età media di 67 anni che facevano parte del Nurses’ Health Study, un ampio studio prospettico per valutare gli effetti dell’alimentazione, degli ormoni e dell’ambiente sulla salute delle infermiere e diventato un fondamentale punto di riferimento per molti altri studi sulle donne. Il Nurses’ Health Study fornisce infatti informazioni preziose sui fattori di rischio di molte patologie. 

Nel caso specifico, gli scienziati erano interessati a scoprire le conseguenze sulla salute del disturbo neurologico che trasforma il risposo notturno in una vera e propria tortura.  E così hanno inviato alle donne selezionate dei questionari via mail ogni due anni tra il 2002 e il 2012 chiedendo notizie sulla sindrome delle gambe senza riposo e su altri problemi di salute.

Durante i dieci anni del periodo di osservazione ci sono state 6.448 morti e, da un approfondimento delle cause, è emerso che le donne affette dalla sindrome neurologica avevano un rischio significativamente maggiore di morte prematura rispetto alle altre donne. Più precisamente, le donne affette dalla sindrome delle gambe senza riposo (in inglese restless leg syndrome)  hanno una probabilità del 43 per cento più alta di morire a causa di patologie cardiache.

Mentre non è stata trovata alcuna associazione tra la restless leg syndrome e altre patologie come il cancro. 

«Questo studio suggerisce che la sindrome delle gambe senza riposo potrebbe essere considerata un nuovo fattore di rischio per le malattie cardiovascolari - ha spiegato Xiang Gao professore alla Penn University e direttore del Nutritional Epidemiology Lab - Le persone affette da sindrome delle gambe senza riposo hanno un rischio elevato di soffrire di malattie cardiovascolari e di altre patologie croniche, ma gli studi precedenti su tutte le cause di morte avevano dato risultati inconsistenti. La nostra ricerca chiarisce in che modo la sindrome delle gambe senza riposo sia associata al rischio di mortalità per malattie cardiovascolari nelle donne più anziane, nello specifico».

Non è la prima volta che la sindrome delle gambe senza riposo viene associata ad altre condizioni di salute. In passato era già emerso un legame con l’obesità e l’ipertensione. E ciò potrebbe fare sospettare che la morte correlata alle malattie cardiovascolari sia dovuta queste altri fattori di rischio piuttosto che alla sindrome delle gambe senza riposo. «In questo studio - concludono Gao e i colleghi - dopo aver escluso i partecipanti con queste altre condizioni, l'associazione tra Rls e morte per malattie cardiovascolari è emersa in maniera ancora più evidente ed è stata così  chiarita la relazione tra Rls e mortalità correlata a malattie cardiovascolari».