Vaccino antinfluenzale: nei bambini due dosi sono meglio di una

Lo studio

Vaccino antinfluenzale: nei bambini due dosi sono meglio di una

child immunization.jpg

Il richiamo è ancora più efficace nei bambini di età inferiore ai 2 anni che sono, tra i più piccoli, quelli più esposti alle complicanze dell’influenza.
di redazione

Due dosi sono meglio di una. Il vaccino contro l’influenza nei bambini è più efficace se la dose raddoppia. Lo dimostra uno studio appena pubblicato su Jama Pediatrics condotto negli Stati Uniti tra 7.500 bambini tra i 6 mesi e gli 8 anni di età. In chi riceve una prima dose seguita da un richiamo l’efficacia del vaccino si attesta al 58 per cento contro il 46 per cento del gruppo vaccinato con una sola dose. 

In un sottogruppo di bambini di età inferiore ai 2 anni la doppia dose si è dimostrata ancora più efficace garantendo la protezione dal virus influenzale nel 53 per cento dei casi contro il 23 per cento di chi riceve una sola dose. Questa è tra l’altro, tra i bambini, la fascia di età più esposta alle complicanze dell’influenza e quella in cui la vaccinazione è maggiormente consigliata. 

Per lo studio sono stati reclutati bambini affetti da malattie acute dell’apparato respiratorio e tosse che sono stati accolti dalle strutture ambulatoriali del Flu Vaccine Effectiveness (VE) Network in cinque Stati del Paese nelle stagioni influenzali 2014-2015 e 2017-2018. Su 7.500 bambini, uno su cinque non era mai stato vaccinato contro l’influenza mentre i due terzi (68%) erano stati vaccinati prima della stagione influenzale in corso e il 12 per cento era stato vaccinato per la prima volta durante la stagione influenzale in corso. Dall’analisi dei dati è emerso che la doppia dose riduce nei bambini il rischio di ammalarsi e di ricorrere a un medico nel caso in cui l’infezione non sia stata evitata. 

Nonostante i dati sostengano chiaramente l’utilità della doppia dose, solamente il 39 per cento dei bambini coinvolti nello studio avevano rinforzato la prima vaccinazione con il secondo richiamo. Gli scienziati hanno osservato che la vaccinazione completa permette ai bambini di sviluppare un maggior numero di anticorpi che impediscono l’attacco virale o lo indeboliscono notevolmente. 

Gli autori dello studio sottolineano anche l’importanza di comprendere le ragioni per cui la maggior parte dei bambini non riceve la vaccinazione completa. Potrebbe darsi, ipotizzano i ricercatori, che molti genitori non sappiano che la doppia dose fornisce una protezione maggiore. Se così fosse sarebbe urgente migliorare le campagne di comunicazione rivolte alle famiglie. 

«In accordo con le attuali raccomandazioni per il vaccino antinfluenzale negli Stati Uniti, i nostri risultati suggeriscono che la vaccinazione antinfluenzale completa con vaccino inattivato protegge i bambini, con una maggiore efficacia se le le 2 dosi sono somministrate ai bambini precedentemente non vaccinati di età pari o inferiore a 2 anni. La promozione degli sforzi per migliorare la copertura del vaccino antinfluenzale, in particolare con 2 dosi nella prima stagione di vaccinazione, può ridurre l'impatto della malattia influenzale tra i bambini piccoli che sono particolarmente vulnerabili alle complicanze e alla morte per infezione da influenza», concludono i ricercatori.