Vaginosi batterica: il trapianto di flora batterica previene le recidive

Lo studio

Vaginosi batterica: il trapianto di flora batterica previene le recidive

I lattobacilli mantengono l’ambiente acido impedendo la proliferazione dei batteri “cattivi”. Una sperimentazione di fase 2 dimostra che le donne sottoposte a trapianto di flora batterica dopo il ciclo di antibiotici riescono a tenere lontane le infezioni più a lungo

di redazione

Eliminare i batteri “cattivi” reintroducendo i batteri “buoni”. È la nuova strategia per combattere le infiammazioni vaginali (vaginosi batteriche) che colpiscono quasi una donna su tre in età fertile. 

In condizioni normali la flora batterica vaginale è costituita da microroganismi chiamati lattobacilli che contribuiscono a rendere l’ambiente acido e quindi sfavorevole alla proliferazione dei batteri cattivi. Quando i lattobacilli scarseggiano i batteri patogeni prendono il sopravvento scatenando le infezioni. 

La cura consiste generalmente in una terapia antibiotica che però spesso non è risolutiva: per lo più le vaginosi batteriche si ripresentano una volta completato il ciclo di antibiotici. 

Ora uno studio di fase 2, i cui risultati sono stati presentati sul New England Journal of Medicine, sembra suggerire un diverso e più efficace approccio terapeutico. L’idea è quella di ristabilire l’equilibrio della flora batterica vaginale introducendo batteri buoni per bloccare la proliferazione di quelli cattivi. 

Nella sperimentazione sono state coinvolte 228 donne con una diagnosi di vaginosi batterica. A tutte le donne è stato prescritto un antibiotico in gel da applicare localmente (metronidazolo) per cinque giorni. Un volta completata la terapia antibiotica, le pazienti sono state divise in due gruppi: il primo ha effettuato una serie di applicazioni di un composto di batteri vivi “buoni” per ripopolare la flora batterica benefica (Lactin-V), il secondo ha utilizzato un placebo. La dose consigliata era di 5 applicazioni la prima settimana e di due applicazioni a settimana per 10 settimane in tutto. 

Leggi anche

Gli antibiotici ci hanno protetto dalle malattie infettive batteriche per oltre un secolo. Ma ora l’emergere di super-microbi minaccia questa conquista. Come nasce e come difendersi dall’antibiotico-resistenza

I ricercatori hanno eseguito tamponi vaginali periodicamente per monitorare i cambiamenti della flora batterica. I controlli sono stati eseguiti dopo 4, 8,12 e 24 settimane. 

Le donne sottoposte al trapianto di batteri riuscivano a liberarsi dell’infezione con maggiore facilità rispetto alle altre. Dopo 12 settimane il 30 per cento delle pazienti trattate con il composto di batteri vivi andava incontro a un numero inferiore di episodi rispetto alle altre (45 per cento). Dopo 24 settimane la vaginosi si è ripresentata almeno una volta nel 39 per cento delle donne che avevano ricevuto il trapianto di flora batterica in confronto al 45 per cento delle pazienti trattate con placebo. 

Dalle analisi dei tamponi è emerso che il 79 per cento delle donne in terapia con Lactin-V aveva una flora batterica vaginale ricca di lattobacilli (lactobacillus crispatus) indice di un micorbioma salutare. 

La strategia terapeutica si è rivelata sicura ed efficace, affermano i ricercatori che sperano di poter presto di confermare i promettenti risultati dello studio con un trial clinico di fase 3 e offrire alle donne colpite dal fastidioso disturbo una terapia con effetti di lunga durata. 

La vaginosi batterica è un’infezione difficile da curare: dal 20 al 75 per cento delle donne vengono nuovamente colpite dall’infezione entro tre mesi dalla fine del ciclo di antibiotici. 

Oltre a essere particolarmente fastidiosa, la vaginosi batterica è associata a un maggior rischio di infezioni a trasmissione sessuale e nelle donne in gravidanza a parto prematuro con il rischio di metttere al mondo bambini sottopeso. 

Lactin-V è un composto realizzato dai ricercatori ad hoc per ripopolare un microbioma vaginale impoverito con batteri Lactobacillus crispatus, microrganismi comuni all’interno di un ambiente vaginale sano.