Andare a dormire e svegliarsi ogni giorno alla stessa ora. Così si allontana il rischio cardiovascolare. E in più si dimagrisce

Il consiglio

Andare a dormire e svegliarsi ogni giorno alla stessa ora. Così si allontana il rischio cardiovascolare. E in più si dimagrisce

sleeping-woman.jpg

Non significa che le regole che tutti conosciamo non siano valide: lo studio è un invito a considerare anche una corretta igiene del sonno come parte integrante delle strategie per preservare la salute cardiovascolare
di redazione

Le regole per preservare la salute cardiovascolare le conoscono tutti. Erano 7, ma potrebbero presto diventare 8. No al fumo, attenzione ai chili di troppo, mangiare sano, svolgere regolare attività fisica, tenere sotto controllo il colesterolo, la pressione sanguigna e la glicemia. L’ottava è altrettanto importante: dormire bene, prestando attenzione alla qualità, quantità e, forse più di tutto, alla regolarità del sonno. Chi rispetta quest’ultima regola, senza dimenticare le altre, allontana il rischio di ictus, infarto e altre malattie cardiache. Lo dimostrano due studi i cui risultati sono stati presentati in anteprima alla EPI/Lifestyle Scientific Sessions dell’American Heart Association, il meeting internazionale dove vengono annunciate le ultime ricerche epidemiologiche sulla salute cardiovascolare. 

Uno dei due studi ha calcolato l’impatto che si avrebbe sulla popolazione se la regola del sonno venisse introdotta nelle linee guida per la prevenzione delle malattie cardiovascolari in aggiunta alle tradizionali  7 suggerite dall’American Heart Association. I ricercatori hanno raccolto informazioni su quasi 2mila adulti dall’età media di 69 anni. La qualità e la durata del sonno dei partecipanti è stata valutata all’inizio dello studio con un’osservazione di 7 giorni. La salute del campione è stata monitorata per 4 anni e mezzo. 

Dall’analisi dei dati è emerso che chi dorme regolarmente 7-8 ore per notte e segue diligentemente le altre indicazioni per proteggere il cuore ha una probabilità del 61 per cento inferiore di ricevere una diagnosi di malattia cardiaca rispetto a chi invece dorme male, poco o troppo o in modo irregolare. 

Chi ha un sonno regolare e rispetta le altre indicazioni ha un rischio del 59 per cento inferiore di andare incontro a un infarto, un ictus o di soffrire di scompenso cardiaco. 

«Questi risultati sottolineano l'importanza di dover abbracciare una visione olistica che includa sia i comportamenti del sonno che i disturbi del sonno nella valutazione del rischio cardiovascolare. L'approccio alla promozione di uno stile di vita sano per la prevenzione delle malattie cardiache, che tradizionalmente si concentrava sulla dieta e sull'esercizio fisico, dovrebbe essere ampliato per includere i comportamenti del sonno», ha dichiarato Nour Makarem, autore principale dello studio. 

Ma un buon sonno aiuta anche a perdere peso. 

Il secondo studio, condotto su 37 donne trai i 22 e i 46 anni non obese, dimostra infatti che la regolarità del sonno favorisce il dimagrimento. 

Le donne che, rispetto alle abitudini precedenti, avevano adottato comportamenti più regolari andando a dormire tutti i giorni alla stessa ora avevano perso circa un chilo di grasso corporeo in 6 settimane in confronto alle donne che avevano mantenuto orari del sonno irregolari, anche se la quantità di ore passate dormendo era la stessa. 

«Questi miglioramenti nella composizione della massa corporea sono avvenuti in assenza di qualunque raccomandazione dietetica o di altro tipo. Tutto quello che hanno fatto è stato andare a dormire seguendo schemi più regolari», ha dichiarato Marie-Pierre St-Onge, a capo dello studio. 

Questi risultati sono un’ulteriore conferma di quanto già emerso in numerosi studi precedenti: il sonno irregolare manda in tilt il ritmo circadiano compromettendo il corretto funzionamento del metabolismo e aumentando il rischio di obesità e di conseguenza di malattie cardiovascolari. 

«Il messaggio chiave di questi studi è le persone dovrebbero andare a dormire alla stessa ora tutte le notti e svegliarsi alla stessa ora tutte le mattine» ha affermato St-Onge.