Andare al lavoro in bicicletta dimezza il rischio di cancro e malattie cardiache

Lo studio

Andare al lavoro in bicicletta dimezza il rischio di cancro e malattie cardiache

redazione

Vuoi mantenerti in salute? Pedala. Il consiglio arriva dai ricercatori dell’Università di Glasgow che dopo aver monitorato per cinque anni  250 mila pendolari inglesi hanno concluso che andare al lavoro in bicicletta dimezza il rischio di ammalarsi di cancro e di malattie cardiache. Anche andare a piedi garantisce benefici rispetto a chi si muove ogni giorno con l’auto o i mezzi di trasporto, ma le due ruote battono le due gambe. I ciclisti riducono il rischio di morte prematura per ogni causa del 41 per cento, arrivando al 45 per cento per il cancro e al 46 per cento per malattie cardiache.

E più si pedala e meglio è. I pedoni ottengono una riduzione del  27 per cento del rischio di sviluppare malattie cardiovascolari  e del 36 per cento di morire a causa di queste, ma i ricercatori non hanno osservato alcun vantaggio sulla prevenzione del cancro o di morti premature per altre cause. Altro punto a favore delle due ruote: chi alterna il sistema di trasporto attivo a quello passivo ottiene vantaggi sulla salute solamente quando il trasporto attivo consiste nel salire in sella e pedalare. 

Lo studio, pubblicato sul British Medical Journal, è un esplicito invito rivolto alle amministrazioni cittadine per rendere le strade urbane a misura delle due ruote. 

 

Per ricevere gratuitamente notizie su questo argomento inserisci il tuo indirizzo email nel box e iscriviti: