Ecco i guanti anti-microbici: un nuova arma contro le infezioni ospedaliere

Innovazione

Ecco i guanti anti-microbici: un nuova arma contro le infezioni ospedaliere

Realizzati con un materiale innovativo presto arriveranno sul mercato
redazione

gloves.jpg

La molecola che uccide i microbi è inserita nel materiale stesso e non applicata in superficie. I nuovi dispositivi medici promettono di ridurre in modo consistente le infezioni antibiotico-resistenti nelle strutture di cura

All’apparenza sembrano guanti da dottore come tutti gli altri. Ma quelli messi a punto dalla University of Nottingham sono speciali: sono realizzati con una innovativa tecnologia antimicrobica testata per prevenire la diffusione delle infezioni in ospedale.

Richard James, professore emerito di microbiologia, è da anni impegnato nel progetto di questi innovativi accessori in collaborazione con l’azienda produttrice di guanti Hartalega Malaysia e la Chemical Intelligence UK. 

E pochi giorni fa ha finalmente annunciato a Londra la realizzazione dei primi prototipi. Si tratta dei primi guanti al mondo con queste caratteristiche antimicrobiche. Ed è prevedibile che conquisteranno presto il mercato, data l’urgenza globale di soluzioni per ridurre il rischio di infezioni antibiotico-resistenti nelle strutture ospedaliere.

Il segreto dei nuovi guanti anti-microbici consiste in una molecola inserita direttamente nel materiale in cui sono realizzati e non applicata in superficie come accade adesso. La molecola, capace di uccidere i microrganismi, è disegnata per prevenire la diffusione dei batteri dalla superficie dei guanti all’organismo. 

Messi alla prova nei test per il collaudo, i guanti sono riusciti fare piazza pulita dei microbi al 99,9 per cento in soli cinque minuti di contatto.

«Questi guanti saranno un punto di svolta per il settore sanitario, sia pubblico che privato. Sono lieto che la ricerca che ho condotto tutta la vita su batteri e sulla resistenza agli antibiotici abbia direttamente fornito alla scienza uno strumento pratico che avrà un forte impatto sull'assistenza medica in futuro». 

Lo scenario attuale delle infezioni ospedaliere è preoccupante: solamente in Europa si contano 37mila morti all’anno a causa della contaminazione incrociata negli ospedali con costi sanitari di 7 miliardi di euro. 

Il modello di guanti attualmente in uso negli ospedali è lo stesso di 30 anni fa. Era arrivato il momento di allinearsi alle nuove tendenze, ovvero alla sempre più tenace battaglia contro le infezioni e l’antibiotico-resistenza 

«Dopo anni di ricerca - ha dichiarato Rob Gros a  capo dell’azienda Chemical Intelligence UK -  siamo orgogliosi di lanciare questo prodotto sul mercato e crediamo veramente che possa fare la differenza nella lotta alle infezioni associate alle cure sanitarie».