Non importa qual è la dieta: per dimagrire ciò che conta è la perseveranza

Alimentazione

Non importa qual è la dieta: per dimagrire ciò che conta è la perseveranza

Pochi grassi o pochi carboidrati? Non importa: nel lungo termine tutte le diete danno gli stessi risultati. Ciò che fa la differenza è quanto a lungo si riesca a seguirle

di redazione

È una vera e propria guerra. Decine, forse centinaia, di regimi alimentari diversi in competizione sul mercato per accaparrarsi il maggior numero di possibili clienti. Guru, sponsor, star a reclamizzarle. Alcuni astrusi, altri semplicemente basati sul buon senso, alcuni praticamente senza grassi altri con una ridotto quantità di carboidrati. Tutti con un semplice obiettivo: far perdere peso chi non si sente a suo agio nella sua taglia. 

Ma ci sono veramente differenze sostanziali tra le diverse diete? Scartate quelle palesemente sbilanciate, secondo uno studio della Harvard Medical School e del Brigham and Women Hospital di Boston, in realtà no: «Abbiamo scoperto che le diete a basso contenuto di grassi non erano più efficaci le diete ad alto contenuto di grassi per la perdita di peso a lungo termine», ha detto il leader di studio Deirdre Tobias.

La chiave del successo sembra avere più a che fare con la fedeltà con cui si segue il programma per perdere peso che a quale sia questo programma, ha detto Tobias. «Essere in grado di attenersi a una dieta a lungo termine predice se una dieta avrà successo per la perdita di peso».

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Lancet Diabetes and Endocrinology e ha preso in considerazione 53 studi pubblicati in precedenza in cui, globalmente, erano state prese in considerazione quasi 70 mila persone. Diversi i regimi alimentari considerati che variavano sostanzialmente per la percentuale di grassi e carboidrati in essi contenuta. Dopo circa un anno, la perdita di peso era sostanzialmente simile tra i diversi gruppi. L’unica variabile che influenzava l’efficacia era la perseveranza con cui si seguiva la dieta. 

Dunque, secondo Tobias, il messaggio dello studio è semplice: se si vuole perdere peso, l’importante è scegliere un regime alimentare (equilibrato) che si adatti alle proprie preferenze in modo da non abbandonarlo al primo segnale di noia.