Congresso Sirm: General Electric presenta il mammografo di ultima generazione

Innovazione

Congresso Sirm: General Electric presenta il mammografo di ultima generazione

redazione

Accorgimenti che rendono l’esame diagnostico più confortevole per le donne e sistemi tecnologici innovativi che facilitano il compito dei radiologi. Sono le caratteristiche del mammografo di ultima generazione Senographe Pristina realizzato dagli ingegneri della divisione medicale di General Electric, presentato  nel corso della 47esima edizione del Congresso nazionale della Società italiana di radiologia medica (Sirm) dal 15 al 18 settembre a Napoli. 

Tra le proposte di Ge Healthcare per innovare la sanità ci sono  tecnologie di diagnostica per immagini di ultima generazione e piattaforme digitali per sfruttare al meglio le potenzialità dei big data e dell’Internet of things nel settore ospedaliero. Il tomografo per risonanza magnetica da 3 Tesla Signa Pioneer, ad esempio, è dotato di un’innovativa tecnologia che consente di ottenere un miglior contrasto d’immagine e aumento del rapporto segnale/rumore (Snr) fino al 25 per cento in più rispetto ai precedenti prodotti.

Centricity Insights è invece una nuova piattaforma di business intelligence dedicata al mondo della sanità che consente agli operatori del settore ospedaliero di ottenere con estrema facilità d’uso, grande flessibilità e tempi rapidi, una migliore visione d’insieme sull’andamento dei processi aziendali. Il sistema permette inoltre di impostare programmi di ottimizzazione dei processi (efficienza ed efficacia), delle risorse finanziarie e degli indicatori di qualità clinici che più incidono sui pazienti in fase di cura o di diagnosi.

I vantaggi consentiti da una migliore accessibilità dei dati sono molteplici: dalla riduzione delle liste d’attesa nei reparti di radiologia fino all’ottimizzazione dell’impiego delle apparecchiature di diagnostica per immagini, grazie a un utilizzo dei dispositivi più appropriato in base alle tipologie di pazienti o a una migliore gestione delle emergenze o dei picchi di attività.