I giovani farmacisti tra innovazione e politiche sanitarie

Professioni

I giovani farmacisti tra innovazione e politiche sanitarie

redazione

Farmacista Più, il congresso nazionale dei Farmacisti italiani giunto alla sua quarta edizione, ha ospitato quest’anno a Milano il congresso nazionale Fenagifar, la Federazione delle associazioni dei giovani farmacisti, sul tema “Innovazione, necessità non più opportunità. La responsabilità delle nuove generazioni di portare la professione nel futuro”.

Come spiega Pia Policicchio, presidente Fenagifar, i giovani farmacisti hanno voluto condividere «una nuova visione della figura del farmacista, rinnovata nel suo ruolo e modificata profondamente sia nei confronti del cittadino, primo utente della farmacia, che delle altre figure sanitarie con le quali condividere il percorso di cambiamento ed evoluzione. Gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia, i nuovi stili di vita e le nuove esigenze dei cittadini – aggiunge - sono stati e devono sempre di più essere stimolo per il farmacista ad acquisire competenze specifiche e, soprattutto, a “innovarsi” concretamente».

Il programma dei lavori ha visto affrontare tematiche quali la costruzione «concreta e attiva» dell’innovazione, l’innovazione del farmaco, l’esame della professione del farmacista oggi, il ruolo strategico della rete distributiva e il suo efficientamento, la clinical pharmacy, il farmacista e la farmacia nel mondo della salute 2.0.

«Come azienda leader siamo impegnati a valorizzare il ruolo della farmacia come primo presidio di salute sul territorio e promuoviamo ogni iniziativa che renda il sistema più innovativo e connesso alla dinamica dei bisogni di una società che cambia» sostiene Fabio Mazzotta, General Manager BU Consumer Healthcare, Sanofi Italia e Malta. «L’intero sistema è chiamato a lavorare su un concetto più ampio di “benessere”, non limitato ai soli prodotti, su una progressiva disintermediazione della tradizionale filiera del farmaco e su un diverso ruolo del farmacista, chiamato a una crescente specializzazione tesa al monitoraggio del paziente e dell'appropriatezza delle terapie».