Coronavirus: un portale per gli specialisti che hanno in cura cardiopatici con Covid-19

Covid-19 e Cuore

Coronavirus: un portale per gli specialisti che hanno in cura cardiopatici con Covid-19

di redazione

Dalla limitata letteratura scientifica finora disponibile risulta che le persone con malattie cardiovascolari pregresse e fattori di rischio cardiovascolare possono avere non solo un rischio più alto di ammalarsi di Covid-19 ma anche una prognosi peggiore.

Data l’eccezionalità e la rapida evoluzione dei fenomeni connessi alla pandemia da SARS-CoV-2, la condivisione tempestiva e continua di informazioni ed esperienze cliniche provenienti da ospedali di diverse parti del mondo risulta fondamentale per gestire al meglio questo tipo di pazienti.

Partendo da queste premesse, per accelerare la condivisione e allineare gli operatori sanitari in cardiologia, nasce il nuovo portale “COVID e Cuore”, un’iniziativa dell’Irccs Multimedica di Milano, realizzata con il contributo non condizionato di Daiichi Sankyo Italia.

Il portale sarà attivo per sei mesi, con accesso riservato ai medici, e raccoglierà e si aggiornerà con la letteratura scientifica riguardante il rapporto tra SARS-CoV-2 e malattie cardiovascolari.

Questo «strumento di condivisione nasce con l’obiettivo di mettere a fuoco gli elementi utili a comprendere il rapporto tra Coronavirus e le problematiche cardiovascolari connesse – spiega Gian Franco Gensini, direttore scientifico dell'Istituto e coordinatore del comitato scientifico del progetto COVID-19 e Cuore - contribuendo così a costituire una guida per assicurare la gestione più efficace e sicura per i pazienti e per il personale sanitario durante questa pandemia».

Covid 19 e apparato cardiovascolare. Sebbene nella maggior parte dei casi i sintomi da COVID-19 siano prevalentemente respiratori, ci sono report dai quali emergono quadri di insufficienza cardiaca acuta, aritmie, ipotensione, tachicardia e un alto numero di eventi concomitanti soprattutto nei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Inoltre, una metanalisi di sei studi con 1.527 pazienti con SARS-CoV-2 ha riportato una prevalenza di ipertensione, malattie cardio- e cerebrovascolari e diabete rispettivamente del 17,1%, 16,4% e 9,7%. In un’ampia analisi condotta in Cina è stata anche osservata una letalità più elevata in pazienti con malattie cardiovascolari (10,5%), diabete (7,3%) e ipertensione (6,0%), rispetto a quanto osservato nella popolazione generale degli affetti da COVID-19 (2,3%)

Questi e altri dati sono disponibili sul portale con la relativa bibliografia costantemente aggiornata e una sezione repository che raccoglie i commenti relativi ai più recenti articoli scientifici pubblicati nella letteratura internazionale.

Oltre alla letteratura scientifica, il sito contiene anche una sezione webinar, con funzioni avanzate per la condivisione e votazione in tempo reale, uno spazio per sottoporre al comitato scientifico le proprie esperienze cliniche sul tema, e una sezione “Domande e risposte”.