GSK prima farmaceutica tra le prime di LinkedIn

Aziende

GSK prima farmaceutica tra le prime di LinkedIn

di redazione

È la prima farmaceutica nella classifica LinkedIn delle 25 Top Companies italiane del 2021, le imprese che si sono distinte per cultura aziendale e capacità di offrire ai propri dipendenti opportunità di crescita professionale: al dodicesimo posto assoluto (e prima delle Farma, appunto) figura GSK Italia, con i suoi 4.300 dipendenti distribuiti su tutto il territorio nazionale, una sede direzionale a Verona, un centro ricerche a Siena e tre stabilimenti produttivi a San Polo di Torrile, Rosia e Aprilia.

«Questo traguardo non è frutto del caso – assicura Fabio Landazabal, presidente e amministratore delegato di GSK Spa – ma di un investimento costante nel tempo sui nostri valori e sulle nostre persone».

La storia italiana di GSK inizia oltre un secolo fa da Verona e Siena, le due prime città dalle quali, con farmaci e vaccini, è partito lo sviluppo scientifico e industriale nel nostro Paese.

Oggi l'azienda restituisce un quadro generale di parità di genere, con il 50,6% dei collaboratori donna (complessivamente le donne nell’industria sono il 29% e nel Farma il 43%) e un trend in crescita nella leadership femminile, con il 49% di donne in ruoli manageriali. Sul fronte del welfare aziendale GSK ha programmi per la salute come Partnership for Prevention, che fornisce 22 servizi di prevenzione a dipendenti e familiari, tra cui vaccinazioni e screening oncologici.

Sul versante professionale nel solo 2020 ha aperto oltre 350 posizioni di lavoro, molte delle quali coperte attraverso opportunità di sviluppo o job rotation interna.

L’azienda ha inoltre una forte internazionalizzazione, con dipendenti di ben 47 nazionalità diverse e un continuo interscambio professionale con le altre sedi nel mondo.

Infine, GSK ha introdotto lo smart working e il lavoro in remoto già dal 2014 e questa consolidata pratica ha consentito fin dagli inizi dell’emergenza pandemica di far lavorare tutti in condizioni di sicurezza senza far venire meno l’operatività essenziale come azienda farmaceutica.