Nicola Barni nuovo presidente di Confindustria Dispositivi medici

Aziende

Nicola Barni nuovo presidente di Confindustria Dispositivi medici

di redazione

Nicola Barni è il nuovo presidente di Confindustria Dispositivi medici, eletto il 14 dicembre all'unanimità dall'assemblea della federazione che rappresenta le imprese che forniscono dispositivi medici.

Classe 1976, Barni è laureato in Economia all’Università di Brescia e ha conseguito un MBA alla MIB School of Management di Trieste. Nel 2018, dopo una lunga esperienza presso realtà internazionali, arriva in Hollister Incorporated dove riveste il ruolo di General Manager & Managing Director.

«Stiamo attraversando un momento cruciale per i sistemi sanitari europei e quello italiano in particolare – osserva il neo presidente - in cui bisogna rispondere a un fabbisogno di salute che sta cambiando profondamente, mettendo a nudo le fragilità strutturali e le contraddizioni accumulatesi nello scorso decennio. Insieme alla squadra di vicepresidenti vogliamo cogliere questa come l’opportunità per contribuire a ridisegnare la Sanità del futuro, incentivando lo sviluppo di nuovi modelli di assistenza sanitaria, che considerino il contributo delle più moderne tecnologie e che garantiscano realmente la continuità delle cure tra ospedale, territorio e domicilio, colmando anche il divario fra le Regioni e riducendo quindi le diseguaglianze nell’accesso alle cure. La strada è ancora lunga – continua il Barni - ma attraverso una forte collaborazione tra industria e Istituzioni e una proposta concreta per una nuova governance dei dispositivi medici, sono convinto che non ci sia sfida che non possa essere vinta per favorire la sostenibilità del sistema e al tempo stesso valorizzare l’utilizzo delle tecnologie mediche per sostenere ogni percorso di cura del paziente».

Tra i punti cardine del programma della presidenza Barni ci sono il superamento del payback e una nuova governance dei dispositivi medici; un piano di sviluppo e attrattività industriale; l'esecuzione sostenibile dei nuovi regolamenti; la sinergia con Società scientifiche e Associazioni dei pazienti; etica, trasparenza e impegno sociale; l'istituzione di un comitato permanente per il Pnrr.

Barni ha infine ringraziato il presidente uscente, Massimiliano Boggetti, «per l’immenso lavoro svolto in uno dei periodi più difficili per il nostro settore e per tutta l’Italia, un patrimonio importante e prezioso che non va disperso».