Parere positivo del CHMP per il candidato vaccino coniugato pneumococcico 20-valente per neonati e bambini

Farmaci

Parere positivo del CHMP per il candidato vaccino coniugato pneumococcico 20-valente per neonati e bambini

di redazione

Pfizer ha annunciato che il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha adottato parere positivo, raccomandando la concessione di un'autorizzazione all'immissione in commercio per il suo candidato vaccino coniugato pneumococcico 20-valente (20vPnC) per l'immunizzazione attiva per la prevenzione della malattia invasiva, della polmonite e dell'otite media acuta causate da Streptococcus pneumoniae nei neonati, nei bambini e negli adolescenti da sei settimane a 18 anni di età.

Questo candidato vaccino di Pfizer offre la più ampia copertura sierotipica di qualsiasi vaccino pneumococcico coniugato (PCV) pediatrico, contribuendo a proteggere neonati e bambini contro tutti i venti sierotipi che contiene, responsabili della maggior parte delle malattie pneumococciche attualmente in circolazione nell'UE e a livello globale, compresi sette sierotipi che sono causa di malattia pneumococcica invasiva (IPD) associati ad alti tassi di mortalità, resistenza agli antibiotici e meningite.

«Pfizer ha una lunga storia di sviluppo di vaccini coniugati pneumococcici innovativi per aiutare a proteggere i neonati e le loro famiglie da infezioni potenzialmente letali» ricorda Annaliesa Anderson, Senior Vice President e Chief Scientific Officer, Vaccine Research and Development, Pfizer. Il parere positivo del CHMP «rappresenta un significativo passo avanti a conferma del nostro impegno costante – aggiunge - e, se approvato, 20vPnC ha il potenziale di coprire un carico di malattia superiore a quello di qualsiasi altro vaccino pneumococcico coniugato per uso pediatrico disponibile nell'UE».

Il parere positivo del CHMP sarà ora esaminato dalla Commissione europea (CE) per decidere se approvare il vaccino. La decisione è attesa nelle prossime settimane e si applicherà a tutti i 27 Stati membri dell'UE, oltre a Islanda, Liechtenstein e Norvegia.