Fuoco di Sant'Antonio: 100% di efficacia per il vaccino ricombinante RZV

Lo studio

Fuoco di Sant'Antonio: 100% di efficacia per il vaccino ricombinante RZV

di redazione

Nel primo studio di efficacia post licenza ZOSTER-076 il vaccino ricombinante Zoster o RZV di GSK ha mostrato un'efficacia del 100 per cento. Lo studio è stato condotto in Cina su quasi 6 mila persone di età apri o superiore a cinquanta anni, suddivise in due gruppi: nessun caso di herpes zoster è stato segnalato tra chi ha ricevuto il vaccino, rispetto ai 31 casi nel braccio placebo.

I risultati di ZOSTER-076 sono in linea con quelli degli studi di fase III ZOE-50 e ZOE-70, nei quali l’efficacia del vaccino è stata fino al 97% negli adulti di età pari o superiore a 50 anni, in un periodo di follow-up di circa quattro anni. Il profilo di sicurezza osservato in questo studio era coerente con il profilo di sicurezza stabilito del vaccino.

A livello globale, il virus varicella zoster (VZV) è presente in oltre il 90% degli adulti. Rimane dormiente nel sistema nervoso, in attesa di riattivarsi come fuoco di Sant'Antonio con l'avanzare dell'età. Con l’avanzare dell’età, infatti, la forza del sistema immunitario diminuisce, portando a una ridotta risposta alle infezioni e aumentando così il rischio di sviluppare l’herpes zoster. Anche le persone con un sistema immunitario soppresso o compromesso sono a rischio di herpes zoster.

RZV di GSK combina un antigene, la glicoproteina E, con un sistema adiuvante, AS01B, e può aiutare a superare il naturale declino correlato all’età nelle risposte all’immunizzazione. Non è indicato per prevenire l'infezione primaria da varicella. In alcuni Paesi è approvato anche per gli adulti di età pari o superiore a 18 anni che corrono un rischio maggiore di herpes zoster.