Ricerca

Ricerca

Il documento

Research 7+: una dichiarazione congiunta per la ricerca

Investire in ricerca di base e applicata, attrarre i giovani talenti e valorizzarne la creatività attraverso i programmi di formazione interdisciplinari e collaborazione internazionale. Sono alcune delle urgenze segnalate nella dichiarazione... Continua a leggere

Asco 2024

Nuova combinazione migliora la sopravvivenza libera da progressione di malattia nel mieloma multiplo

Isatuximab, in combinazione con bortezomib, lenalidomide e desametasone (VRd) seguiti da Isatuximab-Rd, ha ridotto il rischio di recidiva o morte del 40% rispetto a VRd seguito da Rd in pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi non... Continua a leggere

Studio internazionale

Tumore al seno triplo negativo: con l’immunoterapia diminuisce sensibilmente il rischio di morte e di metastasi

Un anticorpo monoclonale dopo l’intervento chirurgico ha dimostrato di ridurre del 34% il rischio di morte nelle pazienti con carcinoma mammario triplo negativo precoce ad alto rischio di malattia metastatica. La terapia ha infatti diminuito del... Continua a leggere

Asco 2024

Tumore del polmone. Passi avanti nel trattamento di due forme aggressive

I progressi sono evidenziati in due studi presentati al Congresso dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO), in corso a Chicago. Lo studio LAURA sull’uso della terapia target osimertinib nel tumore del polmone non a piccole cellule (... Continua a leggere

Lo studio

Tumore al seno metastatico: un nuovo farmaco può cambiare lo standard di cura

Un coniugato anticorpo-farmaco può cambiare lo standard di cura in prima linea del tumore della mammella metastatico, evitando la chemioterapia dopo la terapia anti ormonale. In pazienti con bassa espressione della proteina HER2 (HER2-low),... Continua a leggere

Lo studio

Melanoma: con un tris di farmaci la sopravvivenza può arrivare al 72% nei casi gravi

Una “superimmunoterapia” che prevede l’utilizzo di tre farmaci contemporaneamente può portare la percentuale di sopravvivenza dei pazienti con melanoma avanzato al 72% a distanza di quattro anni dall'inizio della cura. Più del 20% di quanto... Continua a leggere

La ricerca

Allo studio una nuova possibile terapia per il carcinoma anaplastico della tiroide

Uno studio internazionale preclinico, a cui hanno collaborato Università statale di Milano e Auxologico Irccs, ha identificato un agente terapeutico, PIAS2b-dsRNAi, che elimina in modo selettivo le cellule di carcinoma anaplastico della tiroide... Continua a leggere

Lo studio

Un cerotto ci vaccinerà

Nessun dolore, nessuna paura. Ma soprattutto nessun problema di temperatura, né la necessità di un operatore sanitario che lo prepari e lo somministri. La vaccinazione ‘in cerotto’, cioè attraverso dispositivi dotati di microscopici aghi capaci... Continua a leggere

Un nuovo marcatore per identificare precocemente il tumore del pancreas e del polmone

La proteina Claudina 18 (Cldn18) già nota per il suo ruolo nei tumori gastrici è un biomarcatore per l’individuazione precoce del cancro del pancreas e dell’adenocarcinoma polmonare. È quanto emerso da uno studio coordinato da ricercatori dell’... Continua a leggere

Lo studio

Paraplegia spastica ereditaria: identificato un meccanismo che potrebbe segnare una svolta nella terapia

Uno studio coordinato dall’Istituto di biologia e patologia molecolari del Consiglio nazionale delle ricerche di Roma (Cnr-Ibpm) in collaborazione con la Sapienza Università di Roma ha identificato un meccanismo molecolare che regola i livelli... Continua a leggere

Il Congresso

Cipomo: uno studio clinico su quattro non viene reso disponibile sui registri pubblici

La lunga strada che porta un nuovo trattamento dal laboratorio al letto dei pazienti è segnata da tante specifiche tappe, tutte fondamentali. Una di queste, però, viene molto spesso trascurata e ignorata: la pubblicazione dei risultati degli... Continua a leggere

Lo studio

Over 65 a rischio cancro e infarto se manca l'albumina

Bassi livelli di albumina sono collegati a un rischio maggiore di morte nelle persone che hanno superato i 65 anni: a questa conclusione è arrivato uno studio italiano condotto su 18 mila persone dall'Università La Sapienza di Roma in... Continua a leggere

Lo studio

Mieloma multiplo: la perdita di un gene lo nasconde al sistema immunitario

La resistenza del mieloma multiplo alla chemioterapia dipende anche dalla “scomparsa” di uno specifico gene nelle cellule tumorali che diventano così “invisibili” al sistema immunitario. 
A scoprirlo è uno studio condotto dall’Irccs... Continua a leggere

Lo studio

Covid, la risposta al vaccino dipende anche dall’identità genetica

Apparentemente non è una novità. La vaccinazione contro Covid non ha in tutti la stessa efficacia. Ma perché ciò avviene, nel dettaglio, non è ancora chiaro. A fornire una spiegazione è ora uno studio coordinato dall’Istituto di tecnologie... Continua a leggere

Allo Ieo

Scoperta una nuova forma ereditaria di tumore del seno

Un gruppo di medici e ricercatori dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) ha scoperto una nuova forma ereditaria di tumore del seno, associata al gene CDH1, che si differenzia integralmente dalla sindrome del carcinoma mammario ereditario... Continua a leggere

Lo studio

Disturbi della memoria: identificato il processo con il cui il cervello distingue e conserva eventi simili

Formare ricordi di eventi simili è una vera e propria sfida per il nostro cervello. È essenziale che ogni evento venga memorizzato in maniera separata per preservarne la specificità. È altrettanto importante, tuttavia, riconoscere e ricordare... Continua a leggere

Lo studio

Scoperta l’impronta digitale molecolare delle lesioni pre-tumorali del pancreas

Un gruppo di ricerca del Policlinico Gemelli e dell'Università Cattolica di Roma ha individuato dei biomarcatori tessutali specifici, una sorta di “impronta digitale molecolare”, che consentono di distinguere con certezza le forme benigne da... Continua a leggere

A Roma il Clinical Research Course di Aiom e Asco

Tumori: aumentano gli studi di Fase I in Italia, ma diminuiscono quelli di Fase II e III. Calano anche le ricerche indipendenti

In venti anni è complessivamente quasi raddoppiato, dal 9,6% al 18%, il numero dei pazienti che rispondono alle terapie contro il cancro negli studi di fase I, il cui numero. in Italia è in netto aumento: nel 2022 sono stati 126, il 19% del... Continua a leggere

Studio italiano

Covid, i vaccini proteggono a lungo anche le persone con sclerosi multipla

I vaccini contro Covid-19 sono efficaci e offrono una protezione duratura anche nelle persone con sclerosi multipla, anche se è possibile osservare delle differenze a seconda del tipo di trattamento a cui si è sottoposti. È  quanto emerge da uno... Continua a leggere

Lo studio

Tumore al seno triplo negativo, alcune pazienti potrebbero evitare la chemio

Si apre una nuova prospettiva per il tumore al seno triplo negativo: alcune pazienti potrebbero, in un prossimo futuro, evitare la chemioterapia. Da una ricerca internazionale,... Continua a leggere

Frontiere

Una nuova generazione di Car-T spegne il lupus

Spegnere selettivamente le cellule immunitarie iperattive all’origine del lupus eritematoso sistemico grazie ad altre cellule immunitarie, appositamente modificate, per riconoscere selettivamente solo le cellule dannose. È la prospettiva che... Continua a leggere

Lo studio

Tumore al polmone: risultati promettenti da nuovo farmaco sperimentale

Il farmaco sperimentale unesbulin può efficacemente influenzare il microambiente tumorale del polmone riducendone la crescita. È quanto ha scoperto un gruppo di ricerca internazionale guidato dall'Istituto di tecnologie biomediche del Consiglio... Continua a leggere

Lo studio

La gravidanza accelera l’invecchiamento biologico

La gravidanza cambia il corpo di una donna in mille modi. Ma secondo uno studio condotto da ricercatori della Yale School of Medicine ce n’è uno finora non noto. Durante la gravidanza le lancette dell’orologio biologico dell’organismo corrono... Continua a leggere

Lo studio

La diagnosi di Parkinson (e non solo) si legge nella pelle

Semplice, veloce e con un’affidabilità che potrebbe superare il 90%. Per la malattia di Parkinson e altre patologie neurodegenerative potrebbe essere vicina una rivoluzione nella diagnosi.... Continua a leggere

Innovazione

L’Intelligenza Artificiale sta imparando a disegnare farmaci da zero

«Ci aspettiamo che questo lavoro costituisca il fondamento di una nuova era di progettazione degli anticorpi». È con queste parole che un gruppo di ricercatori  dell’University of Washington di Seattle conclude uno studio reso disponibile in pre... Continua a leggere

Lo studio

Leucemia linfatica cronica: la “dieta mima digiuno” abbinata a una terapia farmacologica mirata può contribuire alla regressione del tumore

La cosiddetta “dieta mima digiuno” abbinata a terapie mirate sembra dare risultati promettenti nel trattamento della leucemia linfatica cronica (Llc). A suggerirlo sono i risultati di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Ifom (l'... Continua a leggere

Farmaci

Un passo avanti verso l’eparina prodotta in laboratorio

L’eparina, uno dei farmaci anticoagulanti più diffusi al mondo, potrebbe presto andare incontro alla rivoluzione che ha investito l’insulina negli anni 80 del secolo scorso passando dall’estrazione da organi animali alla produzione in... Continua a leggere

Il censimento

Tumori: solo il 15% di tutti gli studi è “no profit”

Sono 183 i Centri censiti che conducono ricerche cliniche sui tumori in Italia. Quasi la metà si trova al Nord (90 Centri), il resto al Centro (44) e al Sud (49).

A rilevarlo è la seconda edizione dell’Annuario dei Centri di ricerca... Continua a leggere

Malattie endocrine

Ipogonadismo ipogonadonatropo congenito, studio identifica pazienti che possono "guarire"

Mancanza di sviluppo puberale, infertilità e talora assente o ridotta capacità olfattiva. Sono i tratti clinici distintivi dell’ipogonadismo ipogonadonatropo congenito, una malattia endocrina rara che si stima colpisca un... Continua a leggere

Lo studio

Covid, la memoria immunitaria ci protegge anche quando non abbiamo anticorpi

I linfociti T, cellule del sistema immunitario che coordinano la risposta immunitaria e uccidono direttamente agenti estranei e cellule infette, sono in grado di proteggere da Covid-19 anche se non sono presenti gli anticorpi capaci di aggredire... Continua a leggere

Lo studio

Un osso in laboratorio per studiare le malattie rare

Studiare un modello 3D costruito in laboratorio con un’affidabilità molto vicina a quella di cui si disporrebbe se si avessero davanti campioni prelevati da un paziente affetto da sindrome di Hurler, malattia genetica rara pediatrica che... Continua a leggere

Lo studio

Malattie renali, nuovo test per la nefropatia membranosa

Un nuovo test che ricerca la presenza e la quantità di particolari anticorpi nel sangue è in grado di predire anzitempo la prognosi e la risposta alle terapie delle persone affette da nefropatia membranosa, una malattia renale autoimmune che... Continua a leggere

Innovazioni

Una nuova biopsia liquida apre la strada alla diagnosi di lesioni precancerose al colon retto nei pazienti con sindrome di Lynch

Una biopsia liquida innovativa messa a punto all’Istituto nazionale dei tumori di Milano potrebbe essere il test che salva la vita ai portatori di sindrome di Lynch: valuta l’instabilità di cinque microsatelliti, che rappresentano una... Continua a leggere

Studio italiano

Tumori, scoperta una proteina con un ruolo cruciale nella risposta all’immunoterapia

Una proteina, denominata hMENA, e alcune sue varianti svolgono un ruolo chiave nell’influenzare il microambiente tumorale, un ecosistema molto eterogeneo che può contribuire alla crescita, la progressione o remissione del tumore. È quanto hanno... Continua a leggere

Prospettive

Crispr fatti più in là, arriva l’editing dell’RNA

È ufficiale: l’editing dell’RNA rientra a tutti gli effetti nel ventaglio delle future possibili terapie per malattie genetiche e non. Dopo decenni di ricerca di base, almeno tre terapie basate sulle modifiche dell’RNA stanno per essere testate... Continua a leggere

Ricerca

Sla, pubblicato nuovo bando di ricerca Arisla

È stato lanciato oggi il nuovo bando per il finanziamento di progetti di ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica promosso da Fondazione AriSLA 

Il bando, aperto fino al 26 marzo 2024, prevede la selezione delle proposte progettuali... Continua a leggere

Lo studio

Cosa c'è dietro la sindrome da stanchezza cronica

Segnali precisi, osservabili e quantificabili indicativi di una anomalia clinica. Indispensabili per una diagnosi, utili per comprendere le manifestazioni e l’evoluzione di una malattia, fondamentali per proporre il trattamento più efficace. In... Continua a leggere

Nuovi approcci

Leucemia mieloide acuta: una strategia per trasformare le cellule staminali del tumore in bersagli

Un nuovo approccio terapeutico testato in laboratorio e su modelli animali potrebbe rappresentare una speranza per i pazienti con leucemia mieloide acuta che non possono essere sottoposti al trapianto di cellule staminali del midollo osseo,... Continua a leggere

Sr-Tiget

Ipercolesterolemia: una strategia innovativa per spegnere il gene difettoso senza modificare il Dna

Dopo l’editing genetico, cioè la modifica mirata della sequenza di Dna di un gene, arriva quello epigenetico, cioè la possibilità di modulare il livello di attivazione di un gene senza intervenire sulla sua sequenza. Il primo studio a provare l'... Continua a leggere

L’ipotesi

L’inaspettato legame tra i batteri intestinali e le malattie genetiche della vista

Lo studio appena pubblicato su Cell potrebbe segnare un punto di svolta nella ricerca sulle malattie genetiche della vista. Il condizionale è d’obbligo perché la scoperta, che per molti aspetti appare rivoluzionaria, deriva da studi su animali e... Continua a leggere

Lo studio

Malattie autoimmuni: si potrà guarire grazie alle Car-T?

Uno o più farmaci tutti i giorni per tutta la vita, controlli periodici per aggiustare il tiro della terapia modificando ad hoc i dosaggi e la combinazione dei medicinali.  A volte va meglio, a volte va peggio. L’obiettivo non è la guarigione ma... Continua a leggere

Nuove terapie

Mieloma multiplo, una nuova terapia cellulare potrebbe essere più efficace della Car-T

Una nuova immunoterapia per il mieloma multiplo, il secondo tumore ematologico più comune negli adulti, si è rivelata più efficace della terapia Car-T attualmente in uso. La sperimentazione però, va precisato,  è nella fase iniziale, i risultati... Continua a leggere

Prospettive

Lotta al cancro, il futuro della medicina di precisione è “provarle tutte”

La medicina di precisione nel trattamento del cancro potrebbe fare un passo avanti facendone uno indietro. Perché, apparentemente, il nuovo approccio che si sta sviluppando per individuare il farmaco giusto per il paziente giusto somiglia molto... Continua a leggere

Lo studio

Verso il tessuto cerebrale on demand. Una nuova biostampante produce strutture simili al cervello umano

Trapiantare tessuto cerebrale nuovo e funzionante in persone che hanno subito un danno neurologico in seguito a un ictus, un trauma, o a causa di malattie neurodegenerative. È una delle possibili future applicazioni di una biostampante speciale... Continua a leggere

Lo studio

Terapie anticancro: restrizione calorica efficace se associata a farmaci epigenetici

La restrizione calorica rallenta la crescita del cancro, ma da sola ha un effetto troppo limitato. Se invece viene abbinata a uno specifico farmaco il suo beneficio permane nel tempo. Lo hanno scoperto i  ricercatori dell’Istituto Europeo di... Continua a leggere

Lo studio

Il link nascosto tra cancro e Alzheimer. Le fibrille amiloidi hanno un ruolo nei tumori

Le fibrille amiloidi, minuscoli aggregati di proteine presenti nel microambiente del tumore, influiscono sulle cellule tumorali rendendole più attive e invasive. È quanto dimostra uno studio dell'IFOM di Milano pubblicato su Cell Death and... Continua a leggere

Lo studio

Le Car-T con il turbo che sconfiggono il cancro con il cancro

Cancro contro cancro, puntando sull’effetto boomerang: i punti di forza delle cellule tumorali diventano l’arma con cui sconfiggere i tumori. Funzionano così le nuove terapie cellulari Car-T presentate in uno studio su Nature: il trattamento... Continua a leggere

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

Da AIRC oltre 44 milioni a progetti di ricerca guidate da donne

Ieri, domenica 11 febbraio, si è celebrata la Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza. È l’occasione per Airc di ricordare il suo impegno nel sostenere le scienziate protagoniste della ricerca oncologica. Il 62 per... Continua a leggere

La strategia

L’interior design delle Car-T: le cellule immunitarie si modificano dall’interno

Costose e complesse. Quando si parla di terapie Car-T, inevitabilmente, accanto ai grandi successi ottenuti nel trattamento di alcuni tumori del sangue, vengono fuori i due principali nodi critici: le elevate difficoltà tecniche e l’impatto... Continua a leggere

La sperimentazione

Insufficienza respiratoria grave da Covid-19: una nuova terapia cellulare migliora la sopravvivenza

Ci vuole poco tempo per produrla, ha un buon profilo di sicurezza e riduce la mortalità tra i pazienti. Per questo la nuova terapia cellulare agenT-797 potrebbe diventare una efficace opzione terapeutica per chi è affetto da sindrome da distress... Continua a leggere

La tecnica

Indagare i tumori più a fondo con un nuovo metodo basato sulla risonanza magnetica e sullo studio del movimento dell’acqua

Aumentare il potere diagnostico della risonanza magnetica sfruttando il movimento dell’acqua nelle cellule. È la strategia messa a punto da un team di ricercatori dell’Università di Torino per effettuare una valutazione più accurata della... Continua a leggere

Lo studio

Le nanoparticelle autopropellenti che possono fare la differenza per il trattamento del tumore della vescica

Definirle nanoparticelle è riduttivo. Le minuscole sfere di silicio che potrebbero rivoluzionare il trattamento del tumore alla vescica somigliano a dei nanorobot. Perché “sanno” cosa fare e dove andare e procedono in maniera autonoma. La nuova... Continua a leggere

Lo studio

Melanoma: l’interazione tra due proteine è cruciale nello sviluppo di metastasi

Finora era nota per essere implicata nella celiachia. Ora si scopre che la  la proteina Transglutaminasi di tipo 2 (TG2) svolge un ruolo chiave nella formazione delle metastasi nel melanoma. Più precisamente: la TG2 influenza l’espressione e l’... Continua a leggere

Innovazione

Ecco il mini-robot con i muscoli. Si muove su due gambe simulando l’andatura umana

Ruota su se stesso facendo perno su una gamba come un ballerino che fa una giravolta, cammina com movimenti precisi alternando la gamba destra alla sinistra, si ferma, riparte e se incontra un ostacolo lo evita curvando la traiettoria del... Continua a leggere

La scoperta

Homo sapiens e Neanderthal hanno convissuto nell’Europa settentrionale a partire da 45mila anni fa

Le pietre appuntite a forma di foglia del sito rupestre di Ranis-Ilsenhöhle in Germania risalenti a 45mila anni fa sono molto probabilmente opera di Homo Sapiens e non dei Neanderthal come ritenuto finora. Sì perché in quell’epoca i nostri... Continua a leggere

Lo studio

Emicrania, c’è anche lo stigma tra i sintomi che fanno star male 

L’emicrania è doppiamente invalidante. Perché oltre al mal di testa che distrugge, oltre alla nausea, allo stordimento, alla spossatezza, oltre alla disperazione che si prova quando i farmaci non funzionano, c’è il peso dello stigma. “È una... Continua a leggere

La scoperta

Dobbiamo la vita a virus del Cambriano: il materiale genetico virale di 500 milioni di anni fa parte del nostro Dna

Non tutti i virus vengono per nuocere. Lo si può affermare di alcuni virus di un passato molto lontano che, come è emerso da uno studio pubblicato su Science Advances... Continua a leggere

Lo studio

Ecco perché lo stress fa venire il mal di pancia: modificando il microbioma favorisce l’infiammazione

Lo stress cronico può scatenare o acutizzare malattie gastrointestinali, come la sindrome dell’intestino irritabile. Tutto dipende dalla presenza dell’ormai celebre e sempre più esplorato asse intestino-cervello. A gestire la comunicazione tra i... Continua a leggere

Il congresso

Psichiatria, un antinfiammatorio naturale fa da biomarcatore

Si va verso la medicina di precisione anche nel campo delle malattie mentali. Almeno così suggerisce la scoperta delle potenzialità della palmitoiletanolamide (PEA), un composto antinfiammatorio e analgesico prodotto dal corpo e presente in... Continua a leggere

Innovazioni

Tumore delle vie biliari: un modello 3D per accelerare ricerca e medicina personalizzata

Non solo «accelerare la ricerca sul colangiocarcinoma, grazie a un sistema di laboratorio che riproduce al meglio ciò che osserviamo nei pazienti» ma anche «rendere le cure sempre più precise e mirate, poiché in futuro potrebbe permettere di... Continua a leggere

Lo studio

Cervello: dal sistema immunitario dipendono la formazione e il funzionamento delle aree della memoria

C’è uno stretto legame tra memoria e immunità. Secondo i risultati di uno studio pubblicati su Immunity, le cellule immunitarie che risiedono nel cervello... Continua a leggere

L’ipotesi

Covid-19 sarà mai un banale raffreddore? Se si ripete la storia di altri quattro coronavirus attualmente circolanti e docili ci sono speranze

Da virus pandemico, altamente contagioso, capace di provocare sintomi respiratori gravi e di causare milioni di morti, a microrganismo responsabile di un semplice raffreddore. Da minaccia alla salute a fastidioso disturbo con cui si riesce... Continua a leggere

La ricostruzione

Dall'Alzheimer alla sclerosi multipla, così i nostri antenati hanno ereditato i geni del rischio

Cavalieri delle steppe, allevatori di pecore e bovini, abili nella lavorazione dei metalli. Vivevano nell’Europa orientale (Ucraina, Russia, Kazakistan) e da lì circa 5mila anni fa sono migrati nell’Europa nord occidentale portando con sé la... Continua a leggere

Lo studio

Melanoma, il fruttosio “addolcisce” il tumore e potenzia la risposta delle cellule immunitarie

Sarebbe bello poter dire “basta un poco di zucchero”. Sappiamo bene che non è così. Nella lotta al cancro lo zucchero non basta. Però un po’ di aiuto potrebbe esserlo. Almeno così suggerisce uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dello... Continua a leggere

Ricerca

Aneurisma dell’aorta toracica, scoperta una nuova causa

Una ricerca internazionale che ha coinvolto l’Università Statale di Milano e l’IRCCS Istituto Auxologico Italiano ha identifica una nuova causa predisponente alla formazione di aneurismi dell’aorta toracica: un deficit di alcune proteine causato... Continua a leggere

La causa

Long Covid, la stanchezza ha una causa biologica: le cellule dei muscoli producono meno energia

Uno dei principali sintomi della sindrome long Covid è la spossatezza, una stanchezza quasi invalidante che rende faticosa qualunque attività. La sensazione è precisa, inconfondibile: mancano le forze per mettersi in moto. Ed è comprensibile.... Continua a leggere

Lo studio

I segreti dell’olfatto: scoperto il processo che associa ogni neurone a uno specifico odore

Andare a naso conviene perché l’olfatto difficilmente si sbaglia. Il meccanismo con cui vengono riconosciuti gli odori sembra infatti una macchina perfetta: ogni neurone olfattivo della mucosa delle cavità nasali è dotato di un recettore per uno... Continua a leggere

Lo studio

Parlate con loro: i figli di genitori chiacchieroni parlano prima e usano più vocaboli

Più di mille bambini dai due mesi ai quattro anni di età di 12 Paesi dei sei continenti nel mondo hanno indossato per diversi giorni un dispositivo per il monitoraggio del linguaggio, una sorta di “parolimetro” in grado, grazie a un algoritmo,... Continua a leggere

Farmaci

Gli anticorpi “buttafuori”: penetrano nelle cellule tumorali e trascinano via le proteine che alimentano il cancro

Fanno irruzione nelle cellule tumorali e trascinano via le proteine anomale rallentando così la crescita del tumore. I nuovi anticorpi sperimentati sui topi in uno studio finanziato dal National Cancer Institute e pubblicato su Immunity hanno... Continua a leggere

L'incontro

Cancer Policy Forum: ecco le prossime sfide in oncologia e oncoematologia

Rappresentanti delle Associazioni dei pazienti, esperti del Comitato tecnico-scientifico, rappresentanti delle Istituzioni nazionali e regionali e membri dell’Intergruppo parlamentare “Insieme per un impegno contro il cancro” si sono incontrati... Continua a leggere

Lo studio

Nausea in gravidanza. Ecco cosa la causa

Che c’entrassero gli ormoni era chiaro. Ora però si sa esattamente quale ormone tra i tanti in circolazione durante la gravidanza è il diretto responsabile della nausea tipica delle donne incinte. Si chiama GDF15, è prodotto dalla placenta e... Continua a leggere

Lo studio

La stimolazione cerebrale profonda riaccende il cervello

L’obiettivo era ottenere un miglioramento del 10 per cento e invece la stimolazione cerebrale profonda ha funzionato ben oltre le aspettative: tutte e cinque le persone affette da un deterioramento cognitivo prolungato causato da una lesione... Continua a leggere

Lo studio

Così l’ipertensione favorisce il declino cognitivo

L’ipertensione cronica favorisce il declino cognitivo inducendo una risposta anomala in alcune cellule immunitarie del cervello. È quanto suggerisce uno studio ... Continua a leggere

Lo studio

Individuata la proteina chiave coinvolta nella rigenerazione dei muscoli

Si chiama CRIPTO la piccola proteina chiave che porta le cellule staminali adulte presenti nelle fibre muscolari a differenziarsi permettendo così al tessuto danneggiato di rigenerarsi o di autorinnovarsi. L’hanno scoperta i ricercatori dell’... Continua a leggere

Lo studio

Tumore al seno con “gene Jolie”: la gravidanza è sicura per mamma e bambino

Nelle donne con tumore al seno che presentano mutazioni del gene BRCA non c’è un maggior pericolo di complicazioni in gravidanza o di rischi per i nascituri, né aumenta la probabilità che il tumore possa recidivare.

A dimostrarlo sono i... Continua a leggere

Lo studio

Tumore dell’ovaio: un passo avanti verso la diagnosi precoce

Così facile da non sembrare vero; così promettente da poter rivoluzionare lo scenario di un tumore - quello dell’ovaio - che da qualche anno sta godendo di importanti benefici terapeutici ma che sconta ancora un’elevatissima mortalità... Continua a leggere

L’associazione

Mal di testa: potrebbe dipendere dal collo

Non c’è bisogno di andare lontano. La causa della cefalea è proprio lì accanto alla testa dolente, alle pendici della nuca, nella parte dorsale del torace. Secondo uno studio presentato al meeting annuale della Radiological Society of North... Continua a leggere