Ci sono comunità indigene che detengono la conoscenza esclusiva dell’uso di specifiche piante medicinali. Sono informazioni preziose per lo sviluppo di nuovi farmaci. Che rischiano però di andare perdute se le lingue usate per tramandare i segreti terapeutici si estinguono
A un mese dalla seconda dose la maggior parte dei pazienti ha alti livelli di anticorpi
Una proteina coinvolta nel controllo del nucleo è legate al cancro e alle malattie neurodegenerative
Non solo francese, il paradosso è globale. Uno studio svedese concorda con 17 studi di altri Paesi: chi consuma maggiori quantità di grassi provenienti da latticini ha il rischio minore di malattie cardiovascolari e non corre maggior pericolo di morire prematuramente per altre cause
Per la prima volta uno studio finlandese dimostra gli effetti dello stare in piedi sul metabolismo dell’insulina. Le persone a rischio di diabete possono migliorare la sensibilità all’insulina semplicemente alzandosi più spesso dalla sedia
I pazienti oncologici hanno guadagnato anni di vita in più ma è stato fatto poco per assicuragli anche una buona qualità di vita. Molti di loro una volta guariti vengono abbandonati a loro stessi, senza alcun sostegno nella gestione dei sintomi a lungo termine, fatigue in primis

Le altre notizie

L’oncogene KRAS coopera per spegnere l’infiammazione ma allo stesso tempo mette le basi per lo sviluppo della malattia
Uno studio su Nature Communications propone un approccio innovativo al trattamento del mal di schiena provocato dalla degenerazione dei dischi. Un mix di farmaci anti-ageing potrebbe rallentare il processo associato all’invecchiamento mantenendo integri gli ammortizzatori della colonna
Il mondo del futuro sarà pieno di figli unici? È uno scenario possibile dato che molte donne hanno rinunciato al progetto di un secondo figlio durante i primi mesi dell’emergenza sanitaria. C’è la speranza però che, dopo l’introduzione dei vaccini, possano avere cambiato idea
Limitare gli spostamenti, evitare la frequentazione di luoghi affollati compresi gli ospedali e migliorare l’accesso alle cure primarie. Queste sono le strategie capaci di ridurre i morti per Covid emerse dall’analisi della prima ondata in 20 regioni italiane. Lo studio su Scientific Reports
Ci sono quelli "buoni" e quelli "cattivi". E poi ci sono quelli davvero un po' "bastardi". Come i batteri che mandano in fumo gli sforzi titanici per perdere peso. È il microbioma infatti a decidere se la dieta avrà successo oppure no. Buono a sapersi prima di intraprendere il sacrificio
La dose “booster” non assicura benefici tanto superiori a quelli garantiti dai vaccini attuali. La protezione offerta dalle due dosi continua a funzionare e potrebbe durare anche più del previsto. E poi contro eventuali future varianti più temibili sarebbe meglio sviluppare un nuovo vaccino ad hoc
Uno studio su Pnas ricostruisce il meccanismo alla base della tempesta di citochine nei pazienti Covid con diabete. La colpa è delle basse concentrazioni di un enzima. L’interferone può aumentare i livelli dell’enzima e ridurre l’infiammazione. Ma va dato al paziente giusto al momento giusto
Nel sintetico vademecum ad uso esclusivo dei medici pubblicato sul BMJ la raccomandazione per l’uso della cannabis terapeutica per il dolore cronico è “debole”. Benefici e rischi quasi si bilanciano. Ma la scelta deve essere condivisa tra medici e pazienti
L’addio ai tumori da Hpv non è previsto per domani, né per dopodomani. Ma, grazie ai vaccini, entro il 2045 i casi nelle persone di mezza età saranno più unici che rari. Non possiamo sperare lo stesso per altre malattie, quindi si tratta di una buona notizia. In sostanza, basta solo aspettare
Uno studio internazionale condotto in 13 Paesi dimostra che la prima fase della pandemia ha compromesso il benessere psichico di uomini e donne. I casi di insonnia sono raddoppiati (più colpite le donne) e quelli di ansia e depressione sono aumentati di molto rispetto al periodo pre-pandemia
A oggi 14 decessi sono considerati potenzialmente legati alla vaccinazione. Di questi, quasi la metà si riferisce a persone che hanno contratto Covid-19 dopo il vaccino
Dopo aver seguito per 10 settimane una dieta ricca di cibi fermentati, il microbioma intestinale era più vario e le molecole infiammatorie erano presenti in minore quantità. Un piccolo studio su Cell invita al consumo di yogurt e di altri alimenti ricchi di microrganismi benefici
Il metabolismo della mezza età non è poi così male e non così diverso da quello di un ventenne. I cambiamenti veri cominciano dopo i 60 anni, ma sono comunque graduali. È una buona notizia: a quarant’anni nessun cambiamento fisiologico rema contro i tentativi di dimagrire
Otto mutazioni la rendono temibile. Alcune sono comuni alle “variant of concern” e sospettate di aumentare la trasmissibilità e di “bucare” i vaccini. In laboratorio Mu sembra più resistente agli anticorpi di tutte le altre varianti. Mancano però i dati clinici del mondo reale
Sfatato il mito dello zucchero buono. Il saccarosio, lo zucchero naturale, aumenta il rischio di fegato grasso e diabete 2 tanto quanto il fruttosio degli sciroppi aggiunti negli alimenti, dallo yoghurt al ketchup. A sorpresa, l’aspartame ne esce meglio
Proteggersi è davvero difficile. Tutte le città del mondo suonano la stessa “musica” spesso a volume eccessivo. A quel punto l’inquinamento acustico smette di essere un fastidio e diventa un problema di salute pubblica. Molti casi di Alzheimer potrebbero dipendere dal rumore del traffico

Farmaci

I pazienti non ne conoscono il meccanismo d’azione, i medici non oncologi non sono aggiornati sui progressi nella sopravvivenza e fanno previsioni troppo pessimistiche. Insomma, l’immunoterapia nonostante si il Nobel e l’attenzione dei media resta ancora un mistero per molti

Innovazione

La tecnologia
Messo a punto dai ricercatori dell’Università di San Diego, il dispositivo sfrutta gli ultrasuoni pe